Overblog
Suivre ce blog Administration + Créer mon blog
12 avril 2020 7 12 /04 /avril /2020 17:59
The Queen addressed Britain with an Easter speech for the first time!

For the first time in her 68 year reign, the Queen addressed Britain with an Easter speech as the country is entering the first extended week of lockdown on Monday.A week earlier, the Queen addressed the nation in an emergency speech surrounding the COVID-19 outbreak, which has now killed a total of 9,875 Britons.The Queen made it clear in her message that “this year, Easter will be different for many of us, but by keeping apart we keep others safe. But Easter isn’t cancelled; indeed, we need Easter as much as ever”.Justin Welby, the Archbishop of Canterbury, will also deliver an Easter address via video message, like many other vicars across the country. Due to the warm weather over Easter weekend, the police have warned people not to break social distancing rules. Health Secretary Matt Hancock said it is not clear when the lockdown will end, as the original three week period has been extended due to a vast rise in deaths.

Per la prima volta nel suo regno di 68 anni, la regina si è rivolta alla Gran Bretagna con un discorso pasquale mentre il paese sta entrando nella prima settimana estesa di blocco da lunedì prossimo.Una settimana prima, la regina si era rivolta alla nazione in un discorso di emergenza attorno allo scoppio del COVID-19, che ora ha ucciso un totale di 9.875 britannici. La Regina ha chiarito nel suo messaggio che “quest'anno" la Pasqua sarà diversa per molti di noi, ma tenendoci separati proteggiamo gli altri. Ma la Festività pasquale  non viene cancellata : anzi, abbiamo bisogno della Pasqua più che mai ”.

Anche Justin Welby, arcivescovo di Canterbury, fornirà un indirizzo pasquale tramite videomessaggio, come molti altri vicari in tutto il paese. A causa del clima caldo durante il fine settimana di Pasqua, la polizia ha avvertito le persone di non infrangere le regole di allontanamento sociale. Il segretario alla salute Matt Hancock ha affermato che non è chiaro quando il blocco finirà, poiché il periodo di tre settimane originale è stato prolungato a causa di un forte aumento delle morti.

(c)The Royal Forum

Partager cet article

Repost0
8 avril 2020 3 08 /04 /avril /2020 18:02
LA REGINA ELISABETTA PARLA IN TV

La regina Elisabetta d’Inghilterra parla in TV e rassicura il pubblico con un discorso "profondamente personale" sul coronavirus che il suo Paese sta affrontando quale più grande sfida del suo regno. Ma, come ha affermato così perfettamente: "Avremo successo, e quel successo apparterrà a ognuno di noi".Quando un'immagine della regina nel salotto bianco del castello di Windsor è apparsa sugli chermi è stato, per molti aspetti, come uno spettacolo familiare. La stanza (lo scenario di numerosi discorsi natalizi), la sua pettinatura, il suo vestito luminoso: tutto sembrava esattamente come se la vita fosse normale. La trasmissione  era stata registrata in settimana e, tranne aver notato un uomo con la videocamera che  indossava una maschera e guanti, nessun altro era nella stanza. A distanza, un gruppo di personale tecnicolavorava alla porta accanto. Il discorso della regina arriva quando l'interruzione della diffusione del coronavirus ha, come lei ha affermato, "Portato dolore ad alcuni, difficoltà finanziarie a molti ed enormi cambiamenti In un momento in cui molti si sentono ansiosi e incerti sul futuro a causa del blocco in corso e del crescente bilancio virale  delle vittime nel Regno Unito, sentire la Regina dire che "giorni migliori torneranno" può portare rassicurazioni molto importanti. È interessante notare che durante i quattro minuti di discorso che la regina non ha menzionato una volta il coronavirus per nome. Ha riconosciuto come si è lacerato nelle nostre vite, ma si è concentrata sugli sforzi per affrontarlo e ha elogiato i lavoratori in prima linea che lo stanno facendo,dicendo:"Voglio rassicurarti sul fatto che se restiamo uniti e risoluti, lo supereremo “.  Ha anche rafforzato il messaggio del suo governo secondo cui tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere, ringraziando coloro che stanno a casa e meditando: "Spero che negli anni a venire tutti possano essere orgogliosi di come hanno risposto a questa sfida".In un raro momento personale di riflessione, la regina ha ricordato la sua prima trasmissione alla nazione, fatta per radio durante la seconda guerra mondiale quando aveva solo 14 anni. Poi, come ora, i propri cari sono stati separati dalle loro famiglie. "Ma ora, come allora, sappiamo, nel profondo, che è la cosa giusta da fare", ha detto. Un toccante riferimento in tempo di guerra concluse anche il suo messaggio mentre la regina faceva riferimento alla canzone di Vera Lynn con le parole "Ci incontreremo di nuovo".Questo è un momento critico per molti e la monarchia non fa eccezione.Questo è un momento critico per molti e la monarchia non fa eccezione. Durante la crisi c'è la possibilità che la famiglia reale possa essere vista come sempre più irrilevante o che il risentimento possa crescere verso un sistema gerarchico quando così tante persone soffrono. Ma c'è anche l'opportunità per loro di diventare una parte cruciale dello sforzo collettivo per superare le avversità.La regina è sempre stata un monarca popolare, e questo discorso "profondamente personale" può lasciare pochi dubbi sia sulla sua determinazione a fare la sua parte sia sul modo compiuto in cui lo farà. Il suo paese sta affrontando la più grande sfida del suo regno. Ma, come diceva così perfettamente la Regina: "Avremo successo, e quel successo apparterrà a ognuno di noi".

 

 

 

 

Partager cet article

Repost0
6 avril 2020 1 06 /04 /avril /2020 08:48

 

LUXURY EVENT ORGANISER : INSIDE YACHT CLUB de MONACO by Sandrine Knoell

Partager cet article

Repost0
29 mars 2020 7 29 /03 /mars /2020 06:58
Maria Teresa de Bourbon-Parme est la première royale au monde à mourir du coronavirus

La princesse Maria Teresa de Bourbon-Parme, une cousine du roi Felipe IV d'Espagne, est décédée jeudi 26 Mars de COVID-19. La princesse  (86 ans) est la première royale à mourir du coronavirus. Elle est décédée à Paris et des funérailles ont eu lieu en son honneur à Madrid vendredi, selon une annonce du prince espagnol Sixto Enrique de Bourbon.

Le roi d'Espagne Felipe IV et la reine Letizia ont tous deux été testés négatifs pour COVID-19. Seuls deux membres de la famille royale ont été confirmés comme étant positifs pour le coronavirus: le prince Charles, le duc de Galles et le prince Albert II de Monaco.

Maria Teresa de Bourbon-Parme est la première royale au monde à mourir du coronavirus

A Spanish princess is the world's first royal to die from the coronavirus

 

Princess Maria Teresa of Bourbon-Parma, a cousin of Spain's King Felipe IV, died on Thursday at age 86 after testing positive for the novel coronavirus.

She is the first member of a royal family to die from COVID-19.

Prince Sixto Enrique de Bourbon, the brother of Princess Maria Teresa, confirmed the passing of his sister in a public Facebook post on Thursday, which stated a funeral was held in Madrid on Friday. PeoplePage Six, and the Daily Mail have also reported on the announcement.

"S.A.R. Don Sixto Enrique de Borbón communicates that this Thursday, March 26, 2020, has passed away in Paris, at eighty-six years old, his sister Maria Teresa de Bourbon Parma and Bourbon Busset, victim of coronavirus COVID-19," a translation of the prince's announcement reads.

Partager cet article

Repost0
25 mars 2020 3 25 /03 /mars /2020 12:43
Prince Charles, 71, tests positive for coronavirus
  •  

 

PRINCES Charles, 71, has tested positive for coronavirus, Clarence House said today.

The future king had been displaying mild symptoms but remains in "good health".

Read our coronavirus live blog for the latest news & updates

 

Prince Charles has tested positive for coronavirus, pictured here at his most recent appearance at an Australian bushfire relief event on March.Prince Charles, seen at the Commonwealth Service earlier this month, last saw the Queen on March 12Credit: PA:Press Association

Prince Charles greets Ant and Dec at the London Palladium on March 1 .Clarence House said: "The Prince of Wales has tested positive for Coronavirus. "He has been displaying mild symptoms but otherwise remains in good health and has been working from home throughout the last few days as usual." His wife Camilla, 72, tested negative for the bug, with the couple now self-isolating at their home in Balmoral, Scotland. The Prince began showing coronavirus symptoms on Monday after being flown privately a day earlier to Scotland from his home at Highgrove, Glos. Another six members of staff now isolating with them. Clarence House added: "In accordance with Government and medical advice, the Prince and the Duchess are now self-isolating at home in Scotland."The tests were carried out by the NHS in Aberdeenshire where they met the criteria required for testing. “It is not possible to ascertain from whom the Prince caught the virus owing to the high number of engagements he carried out in his public role during recent weeks." Prince Charles met with Prince Albert of Monaco earlier this month, who later tested positive for coronavirus. The 62-year-old ruler tested positive just nine days after he sat opposite the Prince of Wales at a WaterAid event in London.

ROYAL ALERT

Charles last saw the Queen 'briefly' on March 12 and she remains in good health, Buckingham Palace confirmed. Medical experts believe the earliest he would have been contagious was March 13. It is understood he is in good spirits and remains up and about. Charles himself was most recently seen at an Australian bushfire relief event on March 12. He had been avoiding shaking hands with members of the public at a number of events recently, instead choosing to use the namaste gesture. And the royal had last appeared in public with the Queen at Westminster Abbey when senior royals including Prince William and Prince Harry went to the Commonwealth Service on March 9.The Queen, 93. is currently in Windsor Castle after heading there a week earlier than planned amid the coronavirus panic. Her husband Prince Philip, 98, joined her there after flying from Sandringham. Prince William remains in Norfolk meaning the heirs to the throne are not in physical contact.

 

Prince Charles is seen opposite the Prince of Monaco on March 10

Prince Charles attended the WaterAid charity event in London on March 10Credit: PA:Press Association Prince Charles had been avoiding shaking hands during the pandemicCredit: AP:Associated Press Camilla has tested negative to the bugCredit: PA:Press Association .Prince Charles had been conducting investitures, seen here on March 12Credit: PA:Press Association

Prince Charles was last seen with his sons and their wives at the Commonwealth ServiceCredit: PA:Press Association

Partager cet article

Repost0
24 mars 2020 2 24 /03 /mars /2020 11:45
ÉCRIT PAR BRIGITTE & JJ ROLLAND - © PHOTOS BRIGITTE LACHAUD

Le  2ème plus petit Etat indépendant au monde, ce rocher dominant la ville, et dans le respect des directives du Gouvernement Princier, Monte-Carlo-Société des Bains de Mer a fermé les portes de ses casinos, restaurants, bars et centres de bien-être samedi 14 mars à minuit.

 
Les premiers mots du communiqué signé par le Président-délégué de la Société des Bains de Mer (SBM), JeanLuc Biamonti, a dévoilé les résultats de son entreprise. “ C’est un exercice qui annonce le redressement. Même si on n’y est pas encore, on se rapproche du bas du col. Maintenant, il va falloir pédaler”.
 

Jean-Luc Biamonti

 
La période qui va du 1er avril 2018 au 31 mars 2019, le chiffre d’affaires est en progression. Il s’établit à 526,5 millions d’euros, contre 474,6 millions d’euros l’an dernier.
A l’exception du Monte-Carlo Beach, en fermeture saisonnière, les hôtels du Groupe sont tous restés en activité jusqu’à ce jour, pour assurer la continuité de service aux clients hébergés et offrir un toit à ceux qui ne pouvaient plus rentrer chez eux.
 
 
Face à l’évolution de la situation dans les pays voisins, le Groupe prend de nouvelles mesures à compter de lundi 23 mars, pour protéger ses clients et ses collaborateurs.
 
 
L’Hôtel Hermitage Monte-Carlo a fermé ses portes jusqu’au 30 avril 2020, ainsi que le Méridien Beach Plaza.
 
 
Afin de maintenir la continuité des services, un relogement est assuré à l’Hôtel de Paris Monte-Carlo, et au Monte-Carlo Bay Hôtel & Resort, sans frais additionnels.
 
Tous les casinos du Groupe, les restaurants et bars, d’hôtels et hors hôtels, ainsi que les centres de bien-être et le Sporting Monte-Carlo restent également fermés jusqu’à nouvel ordre.
 
 
Pour faire face à l’épidémie de Covid-19, les conditions de réservation ont été assouplies, explique Jean-Luc Biamonti : “ Toutes les réservations, même non annulables ou non modifiables, pour un séjour avant le 30 avril 2020, pourront être modifiées ou annulées sans pénalités et ce, jusqu’à 24 heures avant la date d’arrivée.
Dans cette situation inédite en 150 ans d’histoire, notre priorité absolue est la sécurité de nos clients et de nos collaborateurs. Ces nouvelles mesures sont prises dans ce sens afin d’assurer la continuité de service pour nos clients et la Principauté de Monaco “.
 
 
Monte-Carlo Société des Bains de Mer offre depuis 1863 un Art de Vivre inédit, un Resort unique au monde avec 4 casinos dont le prestigieux Casino de Monte-Carlo, 4 hôtels (Hôtel de Paris Monte-Carlo, Hôtel Hermitage Monte-Carlo, Monte-Carlo Beach, Monte-Carlo Bay Hotel & Resort), les Thermes Marins Monte-Carlo, dédiés au bien-être et à la santé préventive, plus de 30 restaurants dont 5 réunissant 7 étoiles au Guide Michelin.
 
 
Haut lieu de la vie nocturne, le Groupe offre une formidable palette d’événements dont le Monte-Carlo Sporting Summer Festival et le Monte-Carlo Jazz Festival. Début 2019 Monte-Carlo Société des Bains de Mer a achevé quatre années de métamorphose dédiées à l’Hôtel de Paris Monte-Carlo et à la création d’un nouveau quartier autour de la Place du Casino, One Monte-Carlo, offrant résidences de haut standing, shopping, restaurant et centre de conférence. La vision du Groupe Monte-Carlo Société des Bains de Mer: faire de Monte-Carlo l’expérience la plus exclusive en Europe.
 
 
Dans un communiqué, le gouvernement a annoncé que les déplacements nocturnes sont restreints entre 22h et 5h, et ce jusqu’à nouvel ordre.

Patience, confiance, courage, solidarité.” C’est en ces mots rédigés à la main que le prince Albert II ponctue une dépêche du Palais princier, et confirme que son état de santé ne suscite pas d’inquiétudes particulières.

Partager cet article

Repost0
15 mars 2020 7 15 /03 /mars /2020 17:28
Royals postpone engagements due to Coronavirus (art.English/Italian)

 

The Queen, as well as the Prince of Wales and the Duchess of Cornwall, have postponed their upcoming engagements due to the current Coronavirus pandemic. The Queen was due to visit Cheshire and Camden on March 19 and March 26 respectively. There have been over 700 confirmed cases of the virus in the UK with 21 deaths. A newborn baby from London is the youngest confirmed sufferer of Coronavirus in the world. Her mother is also infected. A week earlier, the Prince of Wales and the Duchess of Cornwall also announced that they were going to postpone their spring tour of Bosnia and Herzegovina, Cyprus and Jordan. A statement read “audiences will continue as usual” but “other events will be reviewed on an ongoing basis in line with the appropriate advice”. The Prince of Wales and Duchess of Cornwall’s trip might be replaced with engagements at home in the UK, depending on advice given to his team of staff and advisors. In Denmark, Queen Margrethe has also postponed several upcoming engagements and Luxembourg’s Grand Ducal house has also decided to cancel the National Day gala, and the celebrations will end with the earlier Te Deum. Prince Albert of Monaco also mentioned Coronavirus in his birthday interview and extended a message of support to the Monegasque people, where there has been one confirmed case. The Norwegian royal court has also cancelled all engagements, and the Swedish royal court has also made amends to their calendar.

(c) The Royal Forum

Partager cet article

Repost0
5 mars 2020 4 05 /03 /mars /2020 16:56
La principessa Beatrix e la principessa Mabel  d'Olanda partecipano al sesto “Prince Friso Engineers Awards”

Mercoledì 4 marzo, le Altezze Reali, Principessa Beatrix e la Principessa Mabel, hanno consegnato la sesta edizione del “Prince Friso Engineers Awards” presso la De Oude Bibliotheek Academy di Delft.

Il premio quest'anno è stato assegnato a Bas Reedijk, capo del dipartimento delle acque di BAM Infraconsult, che è stato coinvolto intensamente in vari progetti, tra cui lo sviluppo di XblocPlus, un innovativo elemento di frangiflutti in cemento adatto a strutture lunghe e diritte come come Afsluitdijk. Ha anche sviluppato impalcature flessibili, traversine in pietra che guidano i fiumi nella giusta direzione ”.

Bas Reedijk è stato premiato perché è “un ingegnere entusiasta”: gli piace lavorare con i giovani e vuole accrescene e ispirarne le qualità ingegneristiche. Non ha solo un occhio per l'estetica, ma anche per il clima e le conseguenze ecologiche per il mare e l'applicabilità sostenibile ”.

La Royal Institution of Engineers (KIVI), l'associazione olandese degli ingegneri professionisti, assegna ogni anno il premio agli ingegneri che "eccellono per capacità di innovazione, imprenditorialità, personalità e impatto sociale".

Dal 2015 il premio è stato chiamato Prince Friso Engineers Award in onore del Principe che ha studiato ingegneria meccanica presso il College of Engineering dell'Università della California a Berkeley (USA) e dal 1988 ingegneria aerospaziale presso la Technical University of Delft. Il principe Friso si era laureato in ingegneria nel 1994 ed è stato membro del Royal Institute of Engineers.

Il principe mori’ il 12 agosto 2013 a seguito di un incidente avvenuto nel febbraio 2012 nella località sciistica di Lech, in Austria, vittima di una valanga.

Partager cet article

Repost0
20 février 2020 4 20 /02 /février /2020 09:28
ALMONTE (HUELVA)ESPAÑA: AÑO JUBILAR MARIANO DEL ROCIO:

Sus Majestades los Reyes realizaron una visita a la Parroquia de Nuestra Señora de la Asunción, con motivo del Año Jubilar Mariano del Rocío, en la que se encuentra la Virgen del Rocío.

Don Felipe y Doña Letizia visitaron a la Virgen del Roción que se encuentra en la Parroquia de Nuestra Señora de la Asunción de la localidad onubense de Almonte, con motivo del Año Jubilar Mariano del Rocío. Antes de visitar el Templo, Sus Majestades los Reyes se dirigieron al Ayuntamiento de Almonte, donde su alcaldesa, hizo entrega del Bastón de Mando a Don Felipe. Seguidamente, los Reyes recibieron el saludo de los miembros de la corporación municipal.

A continuación, Don Felipe y Doña Letizia se dirigieron a pie, a través de la plaza, hacia la Iglesia de Nuestra Señora de la Asunción, mientras recibían una calurosa bienvenida de los almonteños. A su llegada los Reyes eran recibidos por el Obispo de Huelva, José Vilaplana; el párroco de la Iglesia de Nuestra Señora de la Asunción, director espiritual de la Hermandad Matriz y rector del Santuario del Rocío, Francisco Jesús Martín; el presidente de la Hermandad Matriz Nuestra Señora del Rocío, Santiago Padilla; y el vicario parroquial, José Antonio Calvo. Una vez en el interior del Templo, Sus Majestades los Reyes tuvieron un breve momento de recogimiento ante la imagen de la Virgen del Rocío, mientras un coro estaba interpretando la Salve Rociera. Posteriormente, en el presbiterio,

Don Felipe y Doña Letizia cumplieron con la tradición de tocar el manto de la Virgen. El obispo de Huelva anunció la celebración de un nuevo Año Jubilar rociero, que dio comienzo el 8 de junio de 2019, coincidiendo con el centenario de la Coronación de la Virgen, y que se prolongará hasta el 7 de junio de 2020. La Penitenciaría Apostólica concedió este jubileo que se podrá lucrar en el lugar donde esté la imagen de Nuestra Señora del Rocío -o en el Santuario o en la parroquia de Nuestra Señora de la Asunción de Almonte- durante las fechas de la concesión.

 

Partager cet article

Repost0
1 février 2020 6 01 /02 /février /2020 09:47
43°FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CIRCO DI MONTE-CARLO

Il Festival Internazionale del Circo di Monte Carlo, creato nel 1974 da parte del Principe Rainier III di Monaco,  è tra gli eventi circensi  mondiali più prestigiosi. Importante come gli "Oscar" del cinema : il "Clown d'oro" è l'ambito riconoscimento di questo Festival e del mondo del circo. I migliori artisti  in competizione per i premi supremi ottengono anche   il Clown d'argento e il Clown di bronzo.

Il Festival, presieduto e organizzato con professionalità e passione dalla Principessa Stephanie di Monaco, viene trasmesso dalla TV in tutto il mondo e presenta ogni anno una selezione dei migliori numeri internazionali che attirano molti spettatori.

252 anni fa, in una bella mattina di primavera del 1768, a Londra, un giovane scudiero di 26 anni, Philip ASTLEY, sergente maggiore degli ussari di Sua Maestà che aveva appena lasciato l'esercito, presentò in un piazzale  prossimo  al Westminster Bridge, una pista circolare di 13 metri di diametro, uno spettacolo equestre con acrobati della fiera: giocolieri, danzatori di corda, ma anche addestratori di cani. L'arte del circo nacque cosi’ ...!

Nell'ambito della lista dei premi del 43 ° Festival Internazionale del Circo di Monte-Carlo, la giuria del festival, presieduta da SAS la Principessa Stéphanie, ha assegnato un premio ai vincitori dell'edizione 2019.

 

Tra i premi: un Golden Clown e un premio straordinario per Martin Lacey Junior, il più grande addestratore di animali nel mondo per memorabili abbracci con il leone, e un secondo Clown d'oro per il "Royal Circus" della truppa di Gia Eradze. Durante la serata sono stati premiati anche quattro Silver Clowns d’Argento e sei  Clowns di Bronzo.

 

Photo(c) David Niviere

 

 

43°Festival International du Cirque de Monte-Carlo

Le Festival International du Cirque de Monte-Carlo, créé en 1974 par le Prince Rainier III de Monaco, compte parmi les manifestations de cirque les plus prestigieuses au monde. Important comme "Oscar" du cinéma, le "Golden Clown" est la reconnaissance tant convoitée de ce Festival et du monde du cirque. Les meilleurs artistes en lice pour les prix les plus prestigieux obtiennent aussi le Silver Clown et le Bronze Clown.  Pour commémorer cet événement avec grande dignité, SAS la Princesse Stéphanie et le comité organisateur du Festival ont présenté les meilleurs ambassadeurs de l'art du cirque actuel lors de cette édition : 30 meilleures exhibitions  du cirque dans l'esprit de 20. Il y a 252 ans, par un beau matin de Printemps en 1768, à Londres, un jeune écuyer de 26 ans, Philip ASTLEY, sergent en chef des hussards de Sa Majesté qui venait de quitter l'armée, se présentait sur une place près du pont de Westminster., une piste circulaire de 13 mètres de diamètre, apportant un spectacle équestre avec des acrobates de la foire: jongleurs, danseurs de corde, mais aussi dresseurs de chiens. L'art du cirque est né comme ça ...!

                                  En haut SAR la reine Fadila d'Egypte

Dans le cadre du palmarès du 43e Festival International du Cirque de Monte-Carlo, le Jury du festival, présidé par la SAS Princesse Stéphanie, a décerné un prix aux lauréats de l'édition 2019. Parmi les prix: un Golden Clown et un prix extraordinaire pour Martin Lacey Junior, le plus grand dresseur d'animaux au monde pour des câlins mémorables avec le lion, et un deuxième Clown d'or pour le "Royal Circus" de la troupe de Gia Eradze. Au cours de la soirée, quatre Silver Clowns Silver et six Bronze Clowns ont également été décernés.

 

Partager cet article

Repost0
1 février 2020 6 01 /02 /février /2020 08:13
MONACO: CELEBRAZIONE DELLA SANTA DEVOTA

Monaco: Il 26 gennaio 2020,  SAS il Principe Alberto II di Monaco, come segno di tradizione ancestrale della famigli principesca, ha partecipato alle celebrazioni annuali della St. Devote a Monaco.

Nell 4 ° secolo, la martire cristiana divenne il Santo Patrono di  Monaco e della Corsica. Il Principe ha frequentato la tradizionale processione religiosa accompagnato dalla moglie, SAS Principessa Charlène e dai principini Jacques e Gabrielle che hanno festeggiato il loro 5° anniversario il 10 dicembre scorso. Al termine della processione, il Principe e l'Arcivescovo di Monaco, Barsi, con gli altri fedeli a cui si sono anche uniti molti turisti, si sono riuniti sul piazzale della Cappella di Sainte-Devote dove  ha avuto luogo la cerimonia dell'incendio della barca tra numerose personalità e autorità del Principato, tra le quali abbiamo notato l’Ambasciatore d’Italia Cristiano Gallo.

Sotto gli occhi divertiti di tutti i presenti, Jacques e Gabriella, aiutati dalla madre, hanno preso parte attiva alla cerimonia accendendo con una torcia  il letto di arbusti su cui poggiava l’imbarcazione. Ad inizio giornata il Principe Alberto II  ha presenziato alla Messa Pontificale nella Cattedrale in occasione della festa del Santo Patrono del Principato dinanzi a tutte le autorità.

S.A.R. Fadila d'Egypte

 

Dal balcone del Palazzo Principesco i Principi hanno salutato, come rituale e con gioia, la festosa folla che li acclamava ad alta voce. 

 

Le 26 janvier 2020, SAS le Prince Albert II de Monaco, en signe de la tradition ancestrale de la famille princière, a participé aux célébrations annuelles de la Saint-Dévote à Monaco. Au IVe siècle, le martyr chrétien devient le patron de Monaco et de la Corse.

Le Prince a assisté à la traditionnelle procession religieuse accompagné de son épouse, SAS la princesse Charlène et des princes Jacques et Gabrielle qui ont célébré leur 5e anniversaire le 10 décembre.

A l'issue de la procession, le Prince et l'Archevêque de Monaco, Barsi, avec les autres fidèles auxquels de nombreux touristes se sont également joints, se sont réunis sur la place de la Chapelle de Sainte-Dévote où la cérémonie du feu du bateau entre de nombreuses personnalités et autorités de la Principauté, parmi lesquelles nous avons remarqué l'Ambassadeur d'Italie Cristiano Gallo.

Sous les yeux amusés de toutes les personnes présentes, Jacques et Gabriella, aidés de leur mère, ont pris une part active à la cérémonie en allumant le lit d'arbustes sur lequel le bateau reposait au flambeau. En début de journée, le Prince Albert II a assisté à la messe pontificale dans la cathédrale à l'occasion de la fête du saint patron de la Principauté devant toutes les autorités.

Depuis le balcon du Palais Princier, les Princes ont accueilli, comme un rituel et avec joie, la foule festive qui les a acclamés à haute voix.

PHOTO(c) DAVID NIVIERE

Partager cet article

Repost0
27 janvier 2020 1 27 /01 /janvier /2020 13:07
I reali olandesi partecipano all'inaugurazione dell'Olanda Dance Festival

 

(c) Marika86-Twitter

 Mercoledì 22 gennaio, la principessa Beatrix e la principessa Laurentien erano presenti all'inaugurazione della diciassettesima edizione dell'Holland Dance Festival allo Zuiderstrandtheater di L'Aia.

Il festival consiste in una cinquantina di spettacoli da tutto il mondo che possono essere visti nei teatri di L'Aia, Amsterdam, Tilburg e Delft.

Gli attori della serata di apertura sono stati la compagnia di danza tedesca Gauthier che ha messo in mostra cinque "classici" contemporanei in un programma.

Durante la serata di gala è stato consegnato il Jiří Kylián Ring Award, un premio assegnato a persone che hanno contribuito in modo innovativo o progressivo allo sviluppo della danza nei Paesi Bassi.

Quest'anno il premio è stato assegnato alla ballerina olandese Marian Sarstädt.

L'Holland Dance Festival durerà fino all'8 febbraio a L'Aia, Delft, Tilburg e Amsterdam.

Partager cet article

Repost0
24 janvier 2020 5 24 /01 /janvier /2020 13:50
IL PRINCIPE CARLO D'INGHLTERRA COMMEMORA IL 75 ANNIVERSARIO DI AUSCHWITZ

23 gennaio, il Principe Carlo ha partecipato a una commemorazione in ricordo del 75 ° anniversario della liberazione di Auschwitz a Yad Vashem in Israele.

 

Il memoriale ha avuto luogo durante la visita di due giorni del Principe di Galles in Israele e Palestina. Dovrà anche visitare, dopo Yad Vashem ,Gerusalemme e i territori palestinesi occupati, quale prima visita ufficiale nell'area. La nonna dei Principi Charles, la Principessa Alice di Grecia e Danimarca, nascose una famiglia ebrea nella Grecia occupata dai nazisti ed è riconosciuta come membro dei Giusti tra le Nazioni da Israele.

 

40 leaders internazionali si sono uniti al Principe Carlo, con una controversia su Andrzej Duda, presidente della Polonia, che si è ritirato perché non gli era stato permesso di parlare durante l'evento. Presente anche il presidente Sergio Mattarella per l'Italia.

 

Charles ha detto durante il suo discorso “le lezioni dell'Olocausto sono incredibilmente rilevanti ai giorni nostri. Settantacinque anni dopo la liberazione di Auschwitz-Birkenau, l'odio e l'intolleranza si nascondono ancora nel cuore umano, raccontano ancora nuove bugie, adottano nuovi travestimenti e cercano ancora nuove vittime ”.

 

Auschwitz I fu costruito nel 1940 e Auschwitz II e III seguirono rispettivamente nel 1941 e nel 1942. Il campo è il più noto  tra tutti i campi di concentramento nazisti che operarono durante l'Olocausto. La maggior parte delle vittime di Auschwitz erano ebrei, anche se altre minoranze etniche vi furono uccise.

È noto che Anne Frank e la sua famiglia fossero prigionieri ad Auschwitz: sua madre Edith morì al campo e lei e sua sorella Margot furono trasportate a Bergen-Belsen, dove in seguito morirono. Anche Elie Wiesel, famoso scrittore e attivista politico, sopravvisse ad Auschwitz

(c) The Royal Forum

 

 

Partager cet article

Repost0
22 janvier 2020 3 22 /01 /janvier /2020 18:59
LONDRA: RICEVIMENTO A BUCKINGHAM PALACE DEL VERTICE UK/AFRICA

 

Il duca William e la duchessa Kete di Cambridge, a nome di Sua Maestà la regina Elisabetta, hanno ospitato un ricevimento a Buckingham Palace in occasione del vertice degli investimenti tra Regno Unito e Africa

Il duca e la duchessa  sono stati anche raggiunti dal Conte Edward e 
dalla  ContessaSophie Rhys-Jones di Wessex e dalla Principessa Reale
Anna per il ricevimento della serata a Buckingham Palace.
A sin.  Félix Tshisekedi  
Il vertice di investimento Regno Unito-Africa  a Londra è stata una
occasione per i partecipanti di ritrovare vecchi amici e per incontri 
di successo con nuovi colleghi.

Boris Jhonson e il Presidente Repubblica Democratica Congo  Félix Tshisekedi 

(c) The Royal Family - Twitter

Partager cet article

Repost0
17 janvier 2020 5 17 /01 /janvier /2020 07:28
Olanda: La regina Máxima partecipa alla celebrazione del Centenario dei Cuccioli Scouting Olandesi

 

Sua Maestà la Regina Máxima ha presenziato in Noordwijkerhout, mercoledì pomeriggio del 15 gennaio 2020, la celebrazione dei 100 anni dei “Cuccioli  Scouting Paesi Bassi”. I “cuccioli” sono i bambini tra i sette e gli undici anni dello scoutismo e la regina Máxima è la patrona dello scouting Nederland.

 

Sotto il motto "Time for cake", i cuccioli cuociono torte o cupcakes che in seguito offrono al sindaco o agli assessori del loro comune.

 

Quasi tutti i mille gruppi di scouting nei Paesi Bassi hanno una sezione di cuccioli. È la più grande categoria di età all'interno dello scoutismo. Il centenario dei cuccioli nei Paesi Bassi viene celebrato con attività in tutto il paese. Il calcio d'inizio si svolge con "Time for cake". Sotto questo motto, i cuccioli cuociono torte o cupcakes che in seguito offrono al sindaco e agli assessori del loro comune. In questo modo mostrano ai comuni che anche lo scoutismo è attivo nella loro regione.

 

La regina Máxima è la patrona dello scouting Nederland e sarà presente all'inizio dell'anno giubilare durante la sua visita di lavoro. Parlerà con i membri del team di progetto "100 anni di cuccioli" e verrà informata delle festività previste per il 2020. Inoltre, viene prestata attenzione al grande ruolo che i volontari svolgono nell'organizzazione dei vari eventi che “Scouting” organizza ogni anno. La regina Máxima aiuterà come prassi i cuccioli a cuocere e decorare i “cupcake”. I bambini racconteranno le loro esperienze di scouting e le attività nell'anno dell'anniversario che attendono intensamente.

 

Foto© RVD

by Tweeter

Partager cet article

Repost0
13 janvier 2020 1 13 /01 /janvier /2020 08:18
THE GRAND BALL OF PRINCES AND PRINCESSES

 

Editorial by Delia Grace Noble

The fascinating, exciting fairytales you knew in your childhood will no longer remain a fantasy. This time, the Prince Charming or dreamy Princess you used to dream of will not just live in your imagination. A night is coming in which all of your royal, rapturous fantasies will come to life in the fairyland that is Monte-Carlo. Everything you have been waiting for will unfold before your eyes at an exquisitely mystical event “The Grand Ball of Princes and Princesses”. 

There could not be a more perfect way to celebrate Valentine’s Day than this event, which holds the promise of ultimate glamour and romance. At the heart of Monte-Carlo’s most splendorous hotel, this endlessly luxurious Gala will leave an incomparable memory in the hearts of every one of its eminent guests, being no less than one of the most glamorous and iconic events of the winter season.

The royal land is awaiting with pleasure for the fortunate presence of the glamorous guests and their sweethearts. 

 

When the Grande dames, with their royal gowns and tiaras, come together with their royal Sires, dressed in monarchical lounge suits and the most princely ceremonial robes, this glorious twilight will embody a spectacular, real-life fairytale, accomplishing a never-seen-before experience. Undeniably, the lavish happening will embody a fable-like space with its imposingly gorgeous dances. From imperial stages and alluring musical settings, to extravagant feasts and privileged concourse, each and every thing will be orchestrated in the most elegant and fabulous manner in order to delight the audience.  

The magical celebration of this Grand Ball will be the perfect canvas for a royal aura blended with the touch of  contemporary poise, a time that you will never forget, an absolutely unmissable evening. Come and join the realms of princes and princesses and let these glorious hours take you into another world, one of mythical dreams and majestic fancies.

IL GRAN BALLO DEI PRINCIPI E PRINCIPESSE 


Le fiabe affascinanti ed emozionanti che hai conosciuto nella tua infanzia non rimarranno più una fantasia. Questa volta, il Principe Azzurro o la Principessa addormentata che sognavi non vivrà solo nella tua immaginazione.

Sta arrivando una notte in cui tutte le tue fantasie reali e desiderate prenderanno vita nel paese delle fate che è Monte-Carlo. Tutto ciò che stavi aspettando si svolgerà davanti ai tuoi occhi in un evento squisitamente mistico "Il Gran Ballo di Principi e Principesse".

Non potrebbe esserci un modo più perfetto per festeggiare San Valentino di questo evento, che promette il massimo del glamour e del romanticismo. Nel cuore dell'hotel più splendido di Monte-Carlo, questo Gala infinitamente lussuoso lascerà un ricordo incomparabile nel cuore di ognuno dei suoi illustri ospiti, essendo uno degli eventi più glamour e iconici della stagione invernale. Il terreno reale attende con piacere la fortunata presenza « glamou » degli ospiti.

Quando le Grandi Dame, con i loro abiti e diademi reali, si uniscono ai loro Signori reali, vestiti con tute monarchiche e le vesti cerimoniali più principesche, questo glorioso crepuscolo incarnerà una spettacolare favola della vita reale, realizzando un mai visto finora prima dell'esperienza. Innegabilmente, il sontuoso evento incarnerà uno spazio simile a una favola con le sue danze imponenti e meravigliose.

Da palcoscenici imperiali e seducenti ambientazioni musicali, a stravaganti feste e incontri privilegiati, ogni cosa sarà orchestrata nel modo più elegante e favoloso per deliziare il pubblico.

La magica celebrazione di questo Grand Ball sarà la tela perfetta per un'aura reale unita al tocco di equilibrio contemporaneo, un momento che non dimenticherai mai, una serata assolutamente imperdibile. Vieni e unisciti ai regni di principi e principesse e lascia che queste ore gloriose ti portino in un altro mondo, uno di sogni mitici e fantasie maestose.

 

Partager cet article

Repost0
11 janvier 2020 6 11 /01 /janvier /2020 18:19
LE NOUVEL AN RUSSE FÊTE’ AU YACHT CLUB DE MONACO

LE NOUVEL AN RUSSE FÊTE’ AU YACHT CLUB DE MONACO 

 

Il y a deux « nouvel an »en  Russie. Il y a le nouvel an russe qui se fête comme chez nous le 31 décembre. Et il y a aussi l’ancien nouvel an, qui est toujours fêté le 13 et 14 janvier. A Monaco en 2020 il à été fêté le 10 janvier, comme depuis des lustres, au Yacht Club de Monaco, sur invitation et en présence de S.A.S. le Prince Albert II de Monaco.

 

Mais avant d’entrer dans les explications historiques et pratiques de cette récurrence, laissez moi vous dire comment  souhaiter « la Bonne Année en russe » et ce de plusieurs manières différentes.

С новым годом (S novim godom). Enfin, c’est à dire que c’est la formule la plus simple, qui veut dire littéralement « à la nouvelle année ».

Mais il y a d’autres façons de souhaiter une excellente nouvelle année à vos amis russes.

Par exemple, on peut dire с наступающим новым годом (s nastoupayoushim novim godom), qui veut dire aussi « à cette nouvelle année ».

On peut encore dire с наступающим (s nastoupayoushim), tout simplement que l’on traduirait en français par « joyeuse fête ».

Et encore dire счастливого Нового Года (shastlivovo novovo goda), autrement dit, une « heureuse nouvelle année », si l’on souhaite varier les plaisirs. Allez, un petit dernier ? Le voici поздравляю на новый год (pozdravliayou na novi god) qui veut dire « Je te félicite pour la nouvelle année ».

Pour résumer, bonne année et ses variantes se dit en russe :

  1. С новым годом (S novim godom) – Bonne année
  2. С наступающим новым годом (s nastoupayoushim novim godom) – A cette nouvelle année
  3. С наступающим (s nastoupayoushim) – Joyeuses fêtes
  4. Поздравляю с новым годом (pozdravliayou s novim godom) – Je vous félicite pour la nouvelle année
  5. Счастливого Нового Года (shastlivovo novovo goda) – Heureuse nouvelle année

Partager cet article

Repost0
13 décembre 2019 5 13 /12 /décembre /2019 16:10
All’asta benefica “Gli alberi di Natale di Action Innocence Monaco” la Nazione Templare dona  “L’albero dei Templari”

L'Associazione senza fini di lucro “Action Innocence Monaco” ha organizzato, come ogni anno, l’asta di beneficenza “Gli alberi di Natale di Action Innocence Monaco”.

“Action Innocence Monaco”, Associazione presieduta da Louisette Lévy-Soussan Azzoaglio, si occupa d’informare e sensibilizzare i giovani, i genitori e le istituzioni sui rischi e gli abusi connessi all'uso di Internet e di prevenire e combattere la criminalità infantile su Internet.

L’albero di Natale donato quest’anno dalla Nazione Templare è in vetro soffiato di Murano; nel basamento è inciso il nome Nazione Templare in 4 lingue (italiano, inglese, francese e spagnolo).

Il basamento contiene, come doni, 2 monete templari, fatte coniare per i 900 anni dell’Ordine del Tempio (1118-2018) e una croce rossa patente in vetro di Murano.

L’albero è stato presentato dal Ministro degli Affari Esteri della Nazione, Antonio Awana Gana Costantini Picardi.

Alla serata hanno presenziato numerose autorità e illustri personaggi, primo fra tutti S.A.R. il Principe Alberto II di Monaco.

Per la Nazione Templare erano presenti, oltre al Ministro degli Affari Esteri, il Ministro dell’Economia, Valter Pizzoli, il Ministro dei rapporti con le Religioni, Richard Tirole, il Ministro dell’Ambiente, Stéphanie Lescouzère, oltre a numerosi cittadini della Nazione.

L’albero è stato aggiudicato all’asta per 7.500,00 Euro, un risultato oltre ogni aspettativa.

Sono rimasto molto soddisfatto” - ha affermato il Ministro degli Affari Esteri Costantini - “non avrei mai pensato che il nostro albero raggiungesse una cifra così elevata.

Sono felice che la Nazione Templare abbia potuto contribuire alle attività benefiche di Action Innocence Monaco.

Desidero ringraziare S.A.R. il Principe Alberto II per l’ospitalità concessa a tutti i cittadini della Nazione Templare presenti e il Presidente dell’Associazione Louisette Lévy-Soussan Azzoaglio per averci consentito di partecipare a questa meravigliosa serata benefica”.

Partager cet article

Repost0
8 décembre 2019 7 08 /12 /décembre /2019 14:30
La Duchessa di Cambridge diventerà Royal Patron of Family Action

A nome del Board of Trustees e di tutti i membri di Family Action, sono lieta di annunciare che Sua Altezza Reale La Duchessa di Cambridge diventerà Royal Patron of Family Action nel nostro 150 ° anniversario. La duchessa assumerà il patrocinio reale della carità da parte di Sua Maestà la regina, che ha ricoperto il ruolo per 66 anni, dopo aver assunto il ruolo a sua volta dalla regina Maria nel 1953.Vorremmo estendere i nostri più sinceri ringraziamenti a Sua Maestà per il suo costante e dedicato sostegno all'opera della Carità per così tanti anni. Family Action è stata fondata nel 1869 per aiutare le famiglie svantaggiate in difficoltà ad andare avanti dando loro aiuto e supporto pratici. Oggi, Family Action continua ad affrontare problemi difficili che le famiglie devono affrontare, tra cui difficoltà finanziarie, salute mentale e benessere emotivo, isolamento sociale, sfide dei genitori, abusi domestici e abuso di sostanze. Questi problemi possono avere un impatto enorme sulla stabilità della vita familiare, nonché sulla salute e sul benessere di tutti i membri della famiglia. Siamo onorati che The Duchess abbia scelto di supportare il lavoro di Family Action diventando il nostro Patron reale. Il suo vivo interesse, in particolare nei primi anni, si adatta bene alla fornitura di Family Action di servizi di salute mentale perinatale di alta qualità, scuole materne e centri per l'infanzia in tutto il paese.

Family Action non vede l'ora di lavorare con The Duchess negli anni a venire.

Mary Fulton

Presidente della fondazione, azione familiare

Mary Fulton


Chair of Trustees, Family Action

Children and families, Early years, Mental Health, Royal Patrons

 

Family Action Head Office

34 Wharf Road
London, N1 7GR
Tel: 020 7254 6251
Media Enquiries :020 7254 6251

 

Partager cet article

Repost0
5 décembre 2019 4 05 /12 /décembre /2019 18:36
LEADERS MEETING 2019 A LONDRA CON LA REGINA ELISABETTA

La regina Elisabetta accoglie i membri della Nato nelGreen Drawing Room

La regina Elisabetta II ha ospitato i leader della NATO che partecipano al Leaders Meeting 2019 a Buckingham Palace il 3 dicembre.

Oltre al Principe di Galles e alla Duchessa di Cornovaglia erano presenti al vertice anche la Principessa Reale, la Duchessa di Cambridge, il Duca e la Duchessa di Gloucester e la Principessa Alexandra. Il presidente Trump e sua moglie Melania sono giunti al suono del coro che cantava “Silent Night”. A loro si sono uniti altri leader mondiali di Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Macedonia del Nord, Danimarca, Turchia, Slovacchia, Slovenia, Paesi Bassi, Montenegro, Spagna, Portogallo, Polonia, Romania, Bulgaria, Albania, Grecia, Croazia, Lettonia ed Estonia.

Il vertice NATO di quest'anno si è concentrato sui cambiamenti climatici, anche se attende la cifra di settant'anni da quando il primo vertice ebbe inizio nel 1949, dopo la seconda guerra mondiale come mezzo di difesa militare contro l'allora Russia sovietica.

(c) The Royal Forum

Partager cet article

Repost0

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche