Overblog
Suivre ce blog Administration + Créer mon blog
18 avril 2020 6 18 /04 /avril /2020 08:36
Cannes' Marché du Film 2020: Online from Monday 22 to  Friday 26 June

Image

Marché du Film © DR

The Festival de Cannes will launch the Marché du Film Online on Monday 22 June to support film industry professionals.

In these trying times for the whole world, and in view of the fragile prospects for the world of cinema, the Festival has announced that it does not wish to abandon the field.

 

"No one knows what the second half of the year may bring and whether it will be possible to organize major film events again in 2020, including the Festival de Cannes" said Thierry Frémaux, General Delegate of the Festival. "Cannes has therefore decided to adapt its format for this peculiar year. Here's a first initiative: a Marché du Film Online, launched by Jérôme Paillard, Executive Director of the Marché. This brand new kind of market is organized in consultation and with the participation of many professionals from all over the world."

 

The Festival de Cannes is therefore announcing the launch of the Marché du Film Online, a standalone online market created to support the international film industry and help professionals. It will be held from Monday 22 to Friday 26 June.

 

The online market is intended to mimic the market experience in Cannes, with live and real-time meetings. It will offer creative alternatives to facilitate business and networking for film industry professionals from all over the world. The Marché du Film Online will take the shape of a closed industry space including:

 

◊ Virtual booths for Sales agents : sales companies will be able to connect with buyers and to display their new films and projects-in-progress in an online dedicated space serving as a digital equivalent to their booths in Cannes.


◊ Virtual pavilions for Institutions : Institutions from all over the world will present their national cinematography, film commissions and film locations, support their producers and organize meetings in a virtual space as they are used to doing in their pavilion in the Village International.


◊ Video Meetings : participants can request and organize meetings via the Marché du Film networking app Match and Meet, which now integrates video calls.


◊ Online Screenings : films completed or in post-production and project presentations will be programmed according to set schedules in about fifteen virtual cinemas, to maintain the market momentum and allow time for viewing and negotiation. Reruns will be organized for buyers in different time zones. The platform will be based on Cinando's technology and on strict security measures  - incl. DRM, individual watermark and real-time management and monitoring of admissions to screenings (Cinando is the platform launched by the Marché du Film in 2003, which has become the first network to navigate the film industry: contacts, films, projects in development, screeners...).


 Programs & Conferences : programs and conferences will for the most part be transported to the digital space: Cannes Docs, Cannes Next, Producers Network, Goes to Cannes, Frontières or Fantastic 7 will be reshaped to offer these communities - creators, producers, sales agents - the same opportunities to network and present their projects. The Marché du Film Online will also offer Speed meetings around composers, book publishers or producers. Cannes XR, our program fully dedicated to immersive entertainment, will present its projects in an environment where films can be viewed with a VR headset.
 

Jérôme Paillard said: "In this challenging situation, the film industry is expressing a need for a spring rendez-vous before the summer. A survey we conducted last week among distributors around the world reveals that 80% of them are interested in an online market and 66% have the capacity to make acquisitions (mainly of completed films but also of films in post-production and writing). We won't replace the Cannes experience with the Marché du Film Online, but we are recreating part of its essence online by offering professionals an efficient and cutting-edge platform to screen films, buy them, finance projects and meet partners. We’re also experimenting a new market model that will allow professionals who didn't have the means or the time to come to Cannes to participate".

 

Accreditations for the Marché du Film Online will soon be available for industry professionals at an early bird rate of €95 until May 29 and €195 normal rate after that - incl. a one-year subscription to Cinando.

 
 

Partager cet article

Repost0
16 avril 2020 4 16 /04 /avril /2020 17:39
Sanremo:“L’angelo bugiardo” in programma venerdì 17/4 è stato annullato

Si comunica che lo spettacolo “L’angelo bugiardo” in programma venerdì 17/4 è stato annullato.

I biglietti già in emessi, dalla biglietteria Ariston e dalla biglietteria online Webtic, saranno rimborsati tramite voucher sulla base delle disposizioni del Decreto Legge n°18 del 17/3/2020.

Maggiori informazioni su https://aristonsanremo.com/voucher/ o cliccando sul tasto “Voucher” nella home page del sito www.aristonsanremo.com .

Per i biglietti acquistati tramite Ticket One si dovrà fare richiesta direttamente a Ticket One, maggiori informazioni alla pagina https://www.ticketone.it/campaign/covid-19/.

 

Partager cet article

Repost0
16 avril 2020 4 16 /04 /avril /2020 07:16
Festival Internazionale del Cinema Patologico (11° edizione) Dal 17 al 26 aprile sul sito del Teatro Patologico

Foto:Cinema Patologico: Dario con i ragazzi

Dopo il grande successo delle precedenti edizioni – che hanno visto alternarsi sul palco del Teatro Patologico (sede del Festival) personaggi di spicco del mondo dello spettacolo, del cinema, dello sport e della politica – quest’anno Il Festival Internazionale del Cinema Patologico, considerata la situazione sanitaria mondiale legata al diffondersi del Coronavirus, si terrà online sul sito del Teatro Patologico, dal 17 al 26 Aprile: www.teatropatologico.com cosi cambieranno Festival come Cannes, Venezia o Berlino. Su questa piattaforma sarà possibile vedere i cortometraggi ed i lungometraggi selezionati (arrivati da tutto il mondo: India, Iran, Egitto, Canada, Messico, Russia, Francia, Polonia, Uganda, etc…) e che verranno valutati dalla particolarissima Giuria di questo Festival, ciò che lo rende davvero unico al mondo. La giuria, infatti, sarà interamente composta dagli attori diversamente abili della Compagnia Stabile del Teatro Patologico e dagli allievi del primo Corso Universitario di “Teatro Integrato dell’Emozione”, ideato e realizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. La direzione artistica è a cura del regista e attore Dario D’Ambrosi. Il Festival intende promuovere il giovane cinema italiano e straniero ed attivare sinergie tra il mondo del cinema ed ambienti in cui si lavora sul disagio mentale e l’emarginazione sociale, convinti che questo possa contribuire ad un’evoluzione del linguaggio cinematografico stesso. L’aggettivo “patologico” associato al nome del Festival si riferisce, in senso lato, alla composizione della giuria dello stesso ma non ai temi dei lavori presentati, i quali non saranno necessariamente attinenti alla tematica del disagio sociale, ma spazieranno attraverso i più svariati contesti.

——–

Queste le selezioni ufficiali:

SEZIONE CORTOMETRAGGI

FOOD di Anvay Shinde (India) 4.17 min

HUG ME di Ahmad Seyedkeshmiri (Iran) 9.50 min

BAD SEED di Guilherme Daniel (Portogallo) 14.14 min

ORPHEUS di Rudy BOURGOIN – Kevann BOUSSAC – Jules DASSIÉ – Ornella SESSA – Aleksander Rudnicki – Vincent VEUX (Francia) 3.31 min

COFFE BREAK di Christian Filippi, Alessandro Rotili, Valerio Martinoli, Roberto Falessi (Italia) 5.19 min

ODYSSEUS di Daniel Le Hai (Polonia) 7.20 min

LIFE GONE WITH THE WIND di Siavash Saedpanah (Iran) 6.27 min

WHERE HAVE ALL THE COWBOYS GONE? di Arkadii Zirin (Russia) 11.17

CINETERAPIA di Sabrina Scuccimarra (Italia) 15 min

TITAN (CREATIVE SPIRIT) di Guillaume Bricout, Gary Jeannot, Lorraine Jacquot, Leonard Laville (Francia) 1.32 min

WRAP ME UP di Brittney Canda, Vincent Rene-Lortie (Canada) 7.22 min

LADYBUG di Nicola Di Lello, Carmelo Iacona, Tiziano Fortunato (Italia) 13.48 min

PIPO AND BLIND LOVE di Hugo Le Gourrierec (Francia) 12 min

COFFIN DECOLLETE’ di Nancy Kamal (Egitto) 5.57 min

STONES di Alexander Mescheryakov (Russia) 9.30 min

RONDINI ALL’INFERNO di Vladimir Di Prima (Italia) 6 min

ANOTHER DAY di Natalia Vorotnikova, Igor Nurgaliev (Stati Uniti) 3.13 min

“NO SMOKING ON A TRAIN” di Shoora Vatman (Aleksandra Abramova), Kseniia Vasileva, Julia Franke (Julia Rostovskaia), Natalia Vorotnikova (Russia) 2.25 min

BACKBEAT di Christian Filippi, Alessandro Rotili, Valerio Martinoli, Roberto Falessi (Italia) 4.51 min

Partager cet article

Repost0
13 avril 2020 1 13 /04 /avril /2020 12:11
Il Coronavirus non ferma "Stardust", il film su David Bowie

Se il Festival di Cannes e la Mostra del Cinema di Venezia sono ancora in attesa di ciò che gli riserva il futuro, il Tribeca Film Festival, che si sarebbe dovuto aprire mercoledì a New York, è stato costretto a dare immediato forfait dopo che il governatore dello stato, Cuomo, ha bandito i raduni per combattere il coronavirus. Il Festival fondato da De Niro ha deciso comunque di distribuire alcuni dei film indipendenti del suo programma "online", anche se esclusivamente per i giornalisti e gli addetti ai lavori.  Lo stesso accadrà anche per una delle pellicole più attese, quella dedicata al primo viaggio in America di David Bowie: "Stardust" della Film Constellation avrà red carpet e anteprima online.  - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Il-Coronavirus-non-ferma-Stardust-il-film-su-David-Bowie-avra-red-carpet-e-anteprima-online-09026fad-3f1c-458e-9f55-bef437d5559f.html

Il film con protagonista Johnny Flynn nei panni di David Bowie, sarà mostrato il 15 aprile in un'anteprima per stampa e distributori che si terrà online e rigorosamente su invito, dopo un red carpet e un'introduzione del regista/sceneggiatore della pellicola, Gabriel Range, e degli attori Johnny Flynn, Jena Malone e Marc Maron, anch'essi diffusi esclusivamente in rete. Una cosa simile era già stata fatta per l'horror "Relic", sempre della Film Constellation che avrebbe dovuto essere presentato al SXSW festival. "Stardust è un film molto atteso dal mercato. Abbiamo così cercato un modo per restare in contatto con i compratori, e siamo entusiasti di potergli offrire questa opportunità unica di poter godere della pellicola di Gabriel Range in un ambiente opportuno, sicuro e controllato", ha detto Fabien Westerhoff, CEO della compagnia. "La nostra prima premiere digitale - aggiunge - è stata un esperimento emozionante, che ha permesso a diverse centinaia di compratori di connettersi simultaneamente da ogni parte del mondo e contattarci nel giro di 24 ore. Non vediamo così l'ora di aggiungere una componente live a questa esperienza e renderla ancora più incredibile".  Non è un biopic In Stardust, Johnny Flynn veste i panni di un Bowie, già icona della musica pop, mentre parte per l'America nel 1971. In quel periodo nasce Ziggy Stardust. Jena Malone recita nel ruolo della moglie di David Bowie, Angie, e Marc Maron è invece Rob Oberman. I produttori hanno descritto il film più come una "storia d'origine" che un biopic, specificando che proprio per questo non conterrà la musica originale di Bowie, ma solo alcune cover. Si specifica anche però che un'altra motivazione è la contrarietà del figlio dell'artista, Duncan Jones, che ha dichiarato su Twitter non solo di non aver concesso alcun diritto sulla musica del padre, ma anche che "il progetto non ha affatto la benedizione della famiglia".  - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Il-Coronavirus-non-ferma-Stardust-il-film-su-David-Bowie-avra-red-carpet-e-anteprima-online-09026fad-3f1c-458e-9f55-bef437d5559f.html

Partager cet article

Repost0
12 avril 2020 7 12 /04 /avril /2020 19:22
Le Cirque World’s Top Performers porta il proprio contributo per sostenere il personale medico

L’Italia sta affrontando un periodo difficilissimo, la lotta al coronavirus è aperta su tutti i fronti e in prima linea c’è tutto il personale medico, donne e uomini straordinari che rappresentano il sistema sanitario italiano, impegnati ogni giorno e che lavorano senza sosta.

Le Cirque World’s Top Performers ha deciso di portare il proprio contributo per sostenerli, lanciando questa raccolta fondi con l’obiettivo di raggiungere le 100.000 mascherine da distribuire ai principali centri ospedalieri Italiani. 

Ma per raccogliere fondi non è possibile fare spettacoli dal vivo e quindi la compagnia di circo contemporaneo più importante d’Europa, nata in Italia nel 2015, metterà a disposizione in prima visione il film del primo spettacolo intitolato ALIS, che ha fatto sognare oltre 200.000 spettatori.

Da venerdì 20 marzo, ore 12, sarà online e il pubblico potrà vederlo sottoscrivendo una donazione minima di 2€. Chi può e lo desidera potrà donare di più.

Gianpiero Garelli, fondatore di Le Cirque World’s Top Performers insieme al figlio Alessandro, lancia l’invito a tutti, anche a chi ha già assistito dal vivo allo spettacolo: “Abbiamo pensato che in un momento così difficile anche noi, pur essendo in grande difficoltà, dobbiamo fare qualche cosa. Da qui l’idea di presentare in anteprima europea il nostro film "ALIS by Le Cirque World's Top Performers", proiettato nelle sale cinematografiche degli Stati Uniti lo scorso Natale e lo speciale realizzato dietro le quinte. E’ per tutte le età e vorrei diventasse lo show di tutti per questa iniziativa. Donate quanto pensate sia giusto e divertitevi per oltre 2 ore con i vostri cari. Insieme, aiuteremo chi ha bisogno.

Nel film c’è anche Onofrio Colucci, direttore artistico e maestro di cerimonia in ALIS, protagonista sui palcoscenici di oltre 50 Paesi: “In questo momento più che mai stiamo scoprendo quanto la solidarietà e l’unione faccia la differenza nel nostro meraviglioso Paese ferito e avvilito dall’incertezza. Il circo, noi, per vocazione ha sempre rappresentato la forza pur nelle avversità, lo stupore condiviso con un meraviglioso assembramento di sconosciuti che si uniscono in un unico “oh!”nell’ammirazione delle acrobazie più incredibili. L’idea di diffondere in Italia in anteprima assoluta e per beneficenza il nostro film, già proiettato nelle sale americane, vuole essere non solo un messaggio di speranza e un momento di svago per tenere viva la nostra capacità di immaginare un domani più forte, ma soprattutto un modo come un altro per esercitare quella immensa capacità di unirci, pur nelle grandi diversità, che ci contraddistingue come popolo.

COME FARE LA DONAZIONE E VEDERE IL FILM DI ALIS
La procedura è semplice e trasparente. È sufficiente collegarsi al seguente link
 www.lecirquewtp.it/andratuttobene, dove è disponibile anche il trailer del film.
Si seleziona quanto si desidera donare (minimo 2€) e si sceglie il metodo di pagamento (Pay Pal oppure Carta di Credito). Appena conclusa la transazione si è reindirizzati alla visione del film.
La prima parte del video è molto curiosa, si potranno vedere immagini inedite di backstage, conoscere da vicino i segreti degli artisti e scoprire in che modo è nato Le Cirque World’s Top Performers. La seconda parte è lo show integrale, che è stato registrato alla Zoppas Arena di Conegliano Veneto nel 2018, proprio per la richiesta del circuito dei cinema negli Stati Uniti.

DOPO L’EMERGENZA SI TORNERA’ IN SCENA CON UN DOPPIO TOUR IN TUTTA ITALIA
Anche Le Cirque World’s Top Performers ha dovuto fermare il tour previsto questa primavera, ma si guarda avanti: “Stiamo lavorando ad una nuova grande tournée dal prossimo novembre, sia per ALIS che per il nostro secondo nuovo show TILT – aggiunge Gianpiero Garelli – Tante città e tante repliche al nord, al centro e al sud, perché desideriamo tornare ad emozionare e divertire il pubblico di tutta Italia per il periodo natalizio e delle festività, e perché siamo convinti che ce ne sarà bisogno e farà bene a tutti. Avremo un cast stellare, nuove performance e nuovi artisti, i migliori del mondo di circo contemporaneo. 

Per conoscere città e date basta collegarsi al sito di Le Cirque World’s Top Performers, che è sempre aggiornatowww.lecirquewtp.it

Partager cet article

Repost0
11 avril 2020 6 11 /04 /avril /2020 18:45
Raouf Meftah - his first book: Ocean Letters, paintings and lyrics
Raouf Meftah - his first book: Ocean Letters, paintings and lyrics
Raouf Meftah - His first book Ocean Letters, paintings and lyrics united in a allegory of Beauty in the name of Arts and Culture
Ocean Letters isn't just about words and Colours. It is about Arab calligraphy interpretation between the waves of the modern times, the return to the origins having new ideals, visions and emotions - this is the statement of the artist himself.
The Tunisian - French painter offers his first book not only as Art catalog but as a love letter to the international audience. Colours are embracing the forms of letters and words, the lyrics are ready to give the brilliant meaning of the artist's visions. ,,Why Ocean? Because my own feelings and emotions are larger and richest than ever, powerful as the Ocean - says Raouf Meftah. I gave the title Ocean Letters to my first book as a symbol of my overwhelming sentiments and ambitions. Yes, I can easily recognize very honestly that I am arrogant. With my paintings, my abstract letters and strange forms, I have the real arrogance and feeling that I can touch the sky in million of waves. I see and I consider my artistic personality as an Ocean with giant waves looking and trying to touch the Sky, the Unlimited, the Fata Morgana of Lights and Shadows. I was thinking to write a book but I couldn't find a better expressiveness than my own calligraphy in hundreds of colors. The need to veil my own Arab calligraphic letters in real words came only when I have accidentally read the poems of my friend, Monica.
So, the Divine is always present in our life and blood, in our Hopes and Dreams. Ocean Letters combines my art gallery with the lyrics of the German - Greek writer  Monica Mergiu - and I think this is in fact the beauty and the meaning of Art : cross cultural and trans cultural messages and cooperation to build a real Friendship bridge durable on time over centuries. My Journey, says Raouf Meftah, my life Encounters, with bright moments and grey moments, are making me the Man I am, the Artist I am. I'm a painter of Faith and Love. And I am a citizen of the World. If in Chenini, or Nice or Monaco, Munich or Dubai, I am giving the best to create Beauty. My book as I said, Ocean Letters is my artistic Statement with a large and warm dedication to all people regardless nationality or religion : Life is a gift born in Peace and Love. So don't lose any moment and make the best out of it." 
Raouf Meftah's first book Ocean Letters is available in Amazon and will have official book launch together with the poet and writer Monica Mergiu this year in Dubai.

Partager cet article

Repost0
9 avril 2020 4 09 /04 /avril /2020 18:38

 

RAOUF MEFTAH

“Universal Art Where Everyone Can Identify And Interact...”




 

RAOUF MEFTAH - OCEAN LETTERS

image

Laouf Meftah was born in 1976  in the Oasis Chenini of Cabès in Tunisia . He is a French-Tunisian artist known for his calligraphy works to which he has received numerous awards and recognition in his country and abroad.

RAOUF MEFTAHUniquely combined with other artistic techniques that touch the heart and attract the public’s eye through a perfect harmony between Eastern and Western artistic techniques. They create a universal art where everyone can identify and interact with these creations. His calligraphy is the fruit of this richness that challenges us.

The absence of the text in several of his calligraphies does not detract from the story told by each of his works which are a perfect marriage of curves and colours, a story that hides another in every detail and every ornament. We discover several episodes in the same table often well-hidden and just find the right way to interact with his work because he invites us to watch and admire his calligraphy with the heart well before our eyes. In another way the calligraphy, for him is a soul and a spirit since the painting is the fruit of the imaginary plane. Communication with his work allow's our soul to project us much further than the limit of our imagination. Mastering both techniques is like defining a soul to an imaginary world. This is how he challenges us and builds his own unique style.

Interview

Have you ever thought about or analysed the motivation or reasons behind why you paint what you paint?
“In my work I combine art and science…the letters and the framework, the alliance between actions and colours make my painting of that moment...with the ability to communicate through time. Painting is important but not the main motivation of my work, the principal reason is the transmission of culture...artistic wealth is a message that should be motivational  energy that I can tap into - the geometry of the letters, the calligraphy, gold numbers and artistic styles are a message that motivates myself to create and share.”

Regarding art,what do you want to portray as a message?
“Culture is an universal means of communication that we share visually in silence. It is a wealth which unifies people and art is also the mirror of development through ages that produces and affects culture and the way of life. Mastering my art and sharing is very important - its important to safeguard knowledge and to be principal actor in the world.”

Do you listen to music when you’re painting?
“Music is of course an essential factor in my work. It's based on poems, the notes and the rhythm inform my calligraphy to produce the movement of letters - and I use colours as musical notes to wake up us for an emotional dance! So my work is a concert of colours and movement. Ive worked to many songs but at the moment Ommy (my mother) by Maecel Khalifa and lyrics DE Nizar Kabbani and Khadhim Alsaher is one of my favourites.”

What is it like to be a calligraphy artist and what's your favorite time during a typical work day?
“Calligraphy art is not a single style of art but art with many styles and science. In my work I combine painting, colours, and letters against the basic geometric calculation of the letters. I still use the technique of Leonardo de Vinci - the golden ratio of numbers - ones that he used in painting, drawing, architecture and sculpture. It's still used in Andalusia.”

What is the hardest part of creating a painting?
“Artistic creation is  complicated, consisting of many phases : inspiration, conception, colors‘ choice, time.. and the result …. but the difficult part for me is the beginning, when and how to start… I can’t start creating if I don’t have these different steps thought out, in other words, to begin I need to see my final work as in reality in my mind's eye.”

How do you know when a painting is finished?
“Ah - there is usually a moment when we stop painting to present the work to the public and then we can say it’s finished. That moment when the painting is still alive and we project the ideas we want to show, and communicate with the public. At any time you can look at the same work and it reveals other hidden details, and this is its mystery… the artwork is endless.”

How do you prepare for your many exhibitions?
“Exhibitions are a means to share and to talk about art. The normal preparations start with the project itself, the aim, location, the fulfilment of these steps is the key of exhibtion’s success.”

How do you feel about your success after being awarded so many prizes?
“First it‘s a mirror of success, then it is a recognition that you are doing something good and you are on the right path and you have to continue working hard. These are very emotional moments that we can‘t express in words.”

Will it be possible to obtain prints of your paintings?
“Yes of course, the signed lithographs of my work are available.”

Is it difficult to part with your paintings?
“Separation is usually difficult,  I am attached to my work. Creation is both a hard but a happy moment.”

We know that you have just finished your book?
Yes my book is a combination of art paintings and poetry. It is a collaborative work, in collaboration with the German writer and poet Dr Monica Mergiu. In each page you can enjoy poems inspired by my work. 



OCEAN LETTERS is available in Amazon: Click here...!
 

ACHIEVEMENTS

RAOUF MEFTAH has won numerous accolades and among them are:

  • JURY MEMBER WORLD FASHION FESTIVAL AWARDS DUBAI 2019
  •  
  • OSCAR AWARD BEST ARTIST FOR ARAB CALLIGRAPHY DUBAI 2019
  •  
  • 1ST PRIZE INTERNATIONAL CONTEMPORARY MURANO ART EXPO 2019 VENICE ITALY
  •  
  • 1ST PRIZE GOLDEN PRIZE INTERNATIONAL CONTEMPORARY ART 2019 AL QUEENARTSTUDIO GALLERY PADOVA ITALY
  •  
  • THIRD INTERNATIONAL PRIZE OF UNESCO 1999
  •  
  • ALEXANDRIA ARAB LEAGUE AWARD EGYPT 1999
RAOUF MEFTAH - Universal Art Where Everyone Can Identify And Interact...

Join Us:

 

RAOUF MEFTAH


 

Partager cet article

Repost0
9 avril 2020 4 09 /04 /avril /2020 09:40
Il direttore Thierry Fremaux esclude, nel caso del perdurare della crisi legata all’epidemia di coronavirus, un’edizione tutta a distanza.

di Mauro Donzelli

Dopo l’apertura al digitale del Toronto Film Festival della settimana scorsa, in caso di perdurare della crisi epidemica, si sono susseguite le reazioni dei due più importanti festival cinematografici ancora in bilico. Venezia ha escluso la possibilità di un’edizione solo digitale, senza grande schermo e pubblico in sala, sottolineando l’eccezionalità dei festival più antichi rispetto a manifestazioni “molto diverse” come Toronto. Ora Cannes fa più o meno lo stesso.

Cannes ha una sua anima, una storia, una sua efficienza, è un modello che non funzionerebbe. Cos’è un festival digitale? Una competizione digitale? Dovremmo cominciare chiedendo ai detentori dei diritti se sarebbero d’accordo”, ha detto il direttore artistico Thierry Fremaux a Variety. A questo punto ha anche citato alcuni titoli che sarebbero dovuti essere protagonisti sulla Croisette, confermandoci la presenza, ahimè per ora virtuale, probabilmente per rivendicare l’immutata capacità di attrarre grandi titoli e grandi autori

                                                                        Thierry Fremaux

“Film di Wes Anderson o Paul Verhoeven su un computer? Scoprire Top Gun 2 o Soul della Pixar da qualche parte che non sia una sala cinematografica? Questi film sono stati spostati per essere mostrati su un grande schermo, perché dovremmo volerli mostrare prima, su un apparecchio digitale? I registi di cinema sono spinti dall’idea di mostrare i loro film su un grande schermo e condividerli con gli altri in eventi come i festival, non con lo scopo di vederli finire su un iPhone. Se tutti i festival venissero cancellati, dovremmo pensare a una maniera in cui mostrare i film, per evitare di sprecare un anno, ma non credo che un’alternativa precaria o improvvisata a Cannes o Venezia, presto dimenticata, sarebbe la soluzione”.

 

Per ora rimane la speranza di Cannes di potersi effettuare a fine giugno, primi di luglio. Solo il tempo ci permetterà di fare maggiore chiarezza.

(c) Coming Soon

Partager cet article

Repost0
6 avril 2020 1 06 /04 /avril /2020 09:56
Toronto festival digitale, una via per Cannes e Venezia

ROMA - Mentre i grandi festival fanno finta di non vedere, proprio come molti grandi leader di tutto il mondo di fronte al Coronavirus, il Toronto Film Festival, previsto dal 10 al 20 settembre, esce dal guado e mostra una possibile strada percorribile sia al Festival di Cannes (che spera ancora di slittare a fine giugno) sia a Venezia collocata dal 2 al 12 settembre. Nel segno di grande realismo, il festival canadese sta infatti pensando a una formula coacervo che prevede limitati eventi in sala e una più ampia rassegna solo digitale. Una strada questa che però Alberto Barbera, direttore artistico del Festival di Venezia, esclude: "Intanto Toronto è un'altra tipologia di festival non paragonabile a Cannes e Venezia e oggi poi non si può essere che generici sul futuro. Solo quando sapremo in tempi utili quello che si può fare e non fare prenderemo una decisione, ma una cosa è certa qualsiasi cosa sia saremo pronti". E ancora Barbera all'ANSA: "Da parte nostra continuiamo a lavorare esattamente come gli anni scorsi. Mancano ancora due mesi e davanti ci sono tre scenari possibili: quello più pessimistico con la pandemia ancora attiva che ci costringe a prendere un bell'anno sabbatico e mettere questa edizione 2020 tra parentesi. C'è poi lo scenario più ottimista, la pandemia si arresta e tutto torna come prima e, infine, quello intermedio che prevede dei vincoli che ora non possiamo prevedere e con i quali ci dovremo confrontare. Insomma entrambe sono variabili non da poco che richiederanno decisioni condivise, ma di fronte a dati certi. E questo prima di fine maggio". In questa situazione che ne sarà della sala cinematografica? "Non è detto che per le sale vada così male se si torna però a una cosiddetta normalità e si supera la diffidenza e la paura della gente sempre più abituata a vedere film in streaming. Ma - aggiunge Barbera - potrebbe anche tornare la voglia della gente di condividere gli eventi in prima persona nonostante l'accelerazione del mercato sempre più diviso tra distribuzione in sala e streaming. La storia ci insegna - sottolinea - che dopo periodi tragici, cataclismi mondiali si sviluppano molte inaspettate energie". Infine il direttore artistico di Venezia contesta quanto scritto su Le Monde qualche giorno fa, ovvero che il ritardo di un forfait definitivo del Festival di Cannes da parte di Thierry Fremaux dipendesse da un'immaginaria partita a scacchi tra lui e Barbera, una partita per non rivelare, se non alla fine, i film acquisiti in selezione per non avvantaggiare l'avversario: "Non è affatto vero - dice con ironia Barbera -. Tutti gli anni cominciamo a vedere film da selezionare e molti sappiamo che sono stati proposti anche a Cannes. Il criterio per il quale il film approdi da noi o sulla Croisette sono altri, ci si divide i film secondo altre cose tra cui la loro disponibilità temporale e non". (ANSA).
 

di F.Gallo

Partager cet article

Repost0
6 avril 2020 1 06 /04 /avril /2020 08:48

 

LUXURY EVENT ORGANISER : INSIDE YACHT CLUB de MONACO by Sandrine Knoell

Partager cet article

Repost0
4 avril 2020 6 04 /04 /avril /2020 08:23
Il Progetto “Phoenix” – Missione COVID-19 prosegue: consegnate altre maschere al corpo di Polizia Locale di Camporosso.

 

Il 3 aprile, nell’ambito del Progetto “Phoenix” – Missione #COVID19 il Servizio di Assistenza Civile – SAC del Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis – V.E.O.S.P.S.S., i famosi Templari, ha donato al corpo di Polizia Locale del Comune di Camporosso, cittadina del ponente ligure, uno scatolone di semimaschere di protezione, che andranno ad uso degli agenti in servizio.

 

Gli aiuti sono stati consegnati dal Segretario Generale dell’Ordine Fra Antonio Awana Gana Costantini Picardi.

“Proseguiamo la nostra azione di supporto – dice il Camerlengo dell’Ordine Fra Marco Guzzardi – verso le istituzioni che ne hanno bisogno.

Abbiamo deciso, in questa fase, di supportare in particolare un corpo di polizia che troppo spesso viene dimenticato: la Polizia Locale.

Ovviamente, continuiamo anche ad aiutare, compatibilmente con le nostre disponibilità, le altre istituzioni che ci chiedono aiuto”.

 

Partager cet article

Repost0
3 avril 2020 5 03 /04 /avril /2020 16:49
CORONAVIRUS: POSTICIPATO AL 20-25 LUGLIO 2020 IL MONTE-CARLO FILM FESTIVAL DE LA COMÉDIE

LE MONTE-CARLO FILM FESTIVAL DE LA COMÉDIE

CREE ET DIRIGE PAR EZIO GREGGIO

REPORTÉ DU 20 AU 25 JUILLET 2020

 

La 17e édition du Monte-Carlo Film Festival de la Comédie, conçu et dirigé par Ezio Greggio, initialement prévu du 20 au 25 avril au Grimaldi Forum à Monaco, assure un report des dates du 20 au 25 juillet en raison de l’urgence sanitaire mondiale.

 

Président du jury de la 17e édition sera Nick Vallelonga, primé par deux Oscar pour le film «Green Book»,  acteur, scénariste, producteur et réalisateur aussi de «Kingdom of the Blind», «The Man with One Eye is King», «Choker and Stiletto".

 

Le Monte-Carlo Film Festival est considéré comme l’un des festivals cinématographiques les plus importants et les plus significatifs consacrés à la comédie. Au fil des années, il a connu un succès croissant auprès du public et des critiques du monde entier.

 

Ezio Greggio déclare : « Nous vivons un moment très délicat de notre existence, combattant une vraie et propre guerre contre le Covid-19 et c’est en restant uni que nous serons en mesure de recommencer plus fort que jamais, et c’est dans cette optique que nous travaillons à notre Festival. »

 

L’événement, en collaboration avec EFG Bank (Monaco), a toujours été organisé sous le Haut Patronage de S.A.S. Prince Albert II de Monaco et de l’Ambassade d’Italie.
 

Site web : http://www.montecarlofilmfestival.net/2016/?lang=en

***********************************************************************

CORONAVIRUS: POSTICIPATO AL 20-25 LUGLIO 2020
IL MONTE-CARLO FILM FESTIVAL DE LA COMÉDIE
IDEATO E
 DIRETTO DA EZIO GREGGIO

La 17^ edizione del Monte-Carlo FIlm Festival de la Comédie, ideato e diretto da Ezio Greggio, inizialmente previsto dal 20 al 25 aprile nella sede del Grimaldi Forum del Principato di Monaco, assicura un rinvio delle date dal 20 al 25 luglio a causa dell’emergenza sanitaria mondiale.

Si conferma a presiedere la giuria della 17^ edizione, il due volte Premio Oscar Nick Vallelonga per il film “Green Book”, attore, sceneggiatore, produttore e regista anche di “Kingdom of the Blind”, “The Man with One Eye is King”, “Choker e Stiletto”.

Il Monte-Carlo Film Festival è considerato tra le più importanti e significative rassegne cinematografiche esclusivamente dedicate alla commedia, che negli anni ha riscosso un crescente successo di pubblico e critica a livello mondiale.

Ezio Greggio: “Stiamo vivendo un momento delicatissimo della nostra esistenza, combattendo una vera e propria guerra contro il Covid-19 e solo rimanendo uniti riusciremo a ripartire più forti che mai, ed è sotto quest’ottica che stiamo lavorando al nostro Festival”.

La manifestazione, in collaborazione con EFG Bank ( Monaco), si svolge da sempre sotto l’Alto Patronato di S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco e dell’Ambasciata d’Italia.

Partager cet article

Repost0
31 mars 2020 2 31 /03 /mars /2020 16:09
NICE: Une initiative unique dans la Région pour lutter contre l’épidémie

 

 

La Ville de Nice ouvre un centre de consultation Covid 19 sur rendez-vous au stade Vauban

 

>Ouverture au public demain, à 12 heures

 

————————————————————————————

 

Christian Estrosi, Maire de Nice, Président de la Métropole Nice Côte d’Azur, Président délégué de la Région Provence-Alpes-Côte d’Azur :

 

« La Ville de Nice est mobilisée, et je veux que tous les moyens soient mis en oeuvre pour lutter contre l’épidémie et répondre aux questionnements légitimes de la population. 

 

Aux côtés du collectif de médecins et infirmiers coordonnés par le Docteur Laure Gignoux, médecin généraliste libérale,  nous ouvrirons demain sur le stade Vauban un centre de consultation dédié pour les patients pensant être porteurs du COVID-19 et présentant des symptômes. »

 

Il s’agit d’un dispositif dit « à la coréenne » composé d’un centre de plein-air équipé de tentes et respectant le protocole sanitaire de l’Agence Régionale de Santé.

 

Cette initiative, unique dans la Région, permettra de soulager notre CHU et les médecins de ville. Trois médecins et trois infirmiers recevront les habitants dans des conditions sanitaires optimales au sein de cabines équipées. Ces professionnels de santé seront munis de masques.

 

>>Ce centre de consultation fonctionnera uniquement sur rendez-vous. En cas de symptômes du COVID-19, les habitants doivent impérativement  prendre rendez-vous pour une consultation  au 06 17 10 21 09

Partager cet article

Repost0
28 mars 2020 6 28 /03 /mars /2020 17:44
TEMPLARI V.E.O.S.P.S.S: DISTRIBUZIONE MATERIALE SANITARIO

CONTINUA LA DISTRIBUZIONE DA PARTE DEI TEMPLARI DI MATERIALE SANITARIO NELL'AMBITO DEL PROGETTO "PHOENIX": CONSEGNATI TRE SCATOLONI DI MASCHERINE ALL'ASL1 IMPERIESE

Continua la distribuzione di materiale sanitario da parte del Servizio Assistenza Civile - SAC dell’Ordine Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis - V.E.O.S.P.S.S., i famosi Templari.

Venerdì 27 marzo sono stati consegnate all’ASL 1 Imperiese tre scatoloni di maschere FFP2, alla presenza del Direttore ASL, Marco Damonte Prioli, e del Segretario Generale dell’Ordine, Fra Antonio Awana Gana Costantini Picardi e di altri membri.

Gli aiuti sono stati consegnati nell’ambito del Progetto “Phoenix”- Missione COVID19.

“Andiamo avanti, senza sosta.” – ha commentato il Grand’Ospitaliare dell’Ordine, Fra Davide Sirtori –

“Noi proseguiamo la nostra Missione che attuiamo in Italia e all’Estero.

Ancora una volta dobbiamo ringraziare la Nazione Templare per il grande supporto che ci sta fornendo”.

 

Partager cet article

Repost0
26 mars 2020 4 26 /03 /mars /2020 14:10

Partager cet article

Repost0
25 mars 2020 3 25 /03 /mars /2020 08:40
Front mondial contre le coronavirus : les médias en première ligne

Par Madiambal DIAGNE,https://ecp.yusercontent.com/mail?url=https%3A%2F%2Fmcusercontent.com%2F3c6ca9fcb7350e140c279ae97%2Fimages%2Fa6db5666-22ae-47cb-92ae-18ab577d0127.jpg&t=1585121846&ymreqid=9a74d0f5-83d2-d659-1c84-e502c501a300&sig=rDAMAb5NP_7aj1fTtjTMXA--~C

Président international UPF

Union de la Presse  Francophone

 

 La pandémie du Covid-19 se révèle être un des drames sanitaires et humanitaires les plus douloureux des temps modernes. Tous les pays du monde sont touchés et toutes les couches sociales et catégories professionnelles sont déjà frappées. Les hommes et femmes qui travaillent dans les entreprises des médias sont personnellement affectés par la maladie et on en compte de très nombreux cas à travers le monde. L’avenir de leurs entreprises est aussi très sérieusement menacé car la pandémie va fatalement avoir des conséquences néfastes sur les tissus économiques et la viabilité de toutes les activités professionnelles. 

Pour parer au plus pressé et pour tenter de sauver le monde, la plupart des gouvernements des Etats ont décidé des mesures de confinement ou de restriction des déplacements des populations. L’objectif légitime est de contenir la chaîne de transmission du virus. Ces mesures sont à observer strictement par tout le monde. Il reste que les professionnels des médias, à l’instar des professionnels du secteur de la Santé, demeurent les plus exposés. En effet, il nous est difficile, du fait de la nature de notre mission, de rester totalement confinés. Les journalistes sont astreints au devoir de rechercher les éléments d’informations afin de mieux sensibiliser le public sur les mesures et les attitudes pertinentes dans une telle situation de périls.  

La guerre mondiale contre le coronavirus ne pourrait être gagnée par les humains sans l’engagement massif et soutenu des acteurs des médias. Ainsi, exhortons-nous les membres et sympathisants de l’UPF d‘aller au front et d’engager leur part du combat. Toutefois, cet engagement et le caractère sacré de la mission ne devraient pas empêcher d’y aller avec toutes les précautions nécessaires, toute la prudence.
On devra garder à l’esprit «qu’avec de la prudence, on peut faire toutes espèces d’imprudences», pour reprendre le mot de Jules Renard. C’est sans doute ce qui est arrivé et continue d’arriver à de nombreux professionnels de la Santé, infectés pour avoir été en contact avec des malades qu’ils cherchaient à sauver ou soulager.

L’UPF exprime sa sympathie à toute l’humanité en ces moments troubles et souhaite que les différents acteurs publics et sociaux prennent en grande considération le sort des professionnels des médias dans la définition des stratégies et moyens de lutte contre la pandémie. 

Nous sommes fortement inquiets mais restons persuadés que le Covid-19 sera vaincu. 

Partager cet article

Repost0
23 mars 2020 1 23 /03 /mars /2020 17:24
ARISTON SANREMO E LO SPAZIO VIRTUALE

 

 

Alle cinque della sera ... 

 

… dal Teatro Ariston sulla pagina Facebook  (Teatro Ariston Sanremo) -  sul canale 

Youtube (Ariston Sanremo) e sul sito www.aristonsanremo.com … si apre un spazio 

virtuale che presenterà persone e opere che racconteranno storie, esperienze ed emozioni, dal passato al futuro. 

L’ appuntamento sarà “possibilmente” giornaliero dal lunedì al sabato, con inizio alle ore cinque del pomeriggio e presenterà interventi di circa max di una decina di minuti .

Lunedi 23 aprirà Giuseppe Conte, poeta e scrittore che introdurrà e leggerà la prima di 

sette pillole di “Ungaretti fa l’amore“ racconto da lui scritto, e rappresentato al Cinema Ritz nel 2000, recitato da Annarita Chierici  accompagnati al basso da Dodo Goya e al piano da Riccardo Zegna, in diretta streaming sperimentale in occasione dell’evento “La poesia incontra” .

Seguirà  Isabella Biffi regista che racconterà la prima puntata di “Sanremo Musical” di 10 minuti dall'esperienza live della serata svoltasi al Teatro Ariston nell’aprile 2019, e poi 

hanno dato l’adesione Marcello Algeri dell’Ariston Proballet, Carlo Pesta del Balletto di Milano, Anna Blangetti della Compagnia Stabile Città di Sanremo. 

Ci stanno pensando i Sanremezzi, il Club Tenco e .... naturalmente coloro che avranno 

voglia di comunicare energie e forze al coordinatore “ maestro “ Andrea Lombardi 

(teatroariston@aristonsanremo.com )… alla ricerca di serena felicità. 

Grazie Walter Vacchino

Partager cet article

Repost0
23 mars 2020 1 23 /03 /mars /2020 09:39
L'HUMANITÉ ÉBRANLÉE ET LA SOCIÉTÉ EFFONDRÉE PAR UN PETIT MACHIN.

la plus belle plume tchadienne, a écrit:

L'HUMANITÉ ÉBRANLÉE ET LA SOCIÉTÉ EFFONDRÉE PAR UN PETIT MACHIN.

Un petit machin microscopique appelé coronavirus bouleverse la planète. Quelque chose d'invisible est venu pour faire sa loi. Il remet tout en question et chamboule l'ordre établi. Tout se remet en place, autrement, différemment.

Ce que les grandes puissances occidentales n'ont pu obtenir en Syrie, en Lybie, au Yemen, ...ce petit machin l'a obtenu (cessez-le-feu, trêve...).

Ce que l'armée algérienne n'a pu obtenir, ce petit machin l'a obtenu (le Hirak à pris fin).

Ce que les opposants politiques n'ont pu obtenir, ce petit machin l'a obtenu (report des échéances électorales. ..).

Ce que les entreprises n'ont pu obtenir, ce petit machin l'a obtenu (remise d'impôts, exonérations, crédits à taux zéro, fonds d'investissement, baisse des cours des matières premières stratégiques. ..).

Ce que les gilets jaunes et les syndicats n'ont pu obtenir, ce petit machin l'a obtenu ( baisse de prix à la pompe, protection sociale renforcée...).

Soudain, on observe dans le monde occidental le carburant a baissé, la pollution a baissé, les gens ont commencé à avoir du temps, tellement de temps qu'ils ne savent même pas quoi en faire. Les parents apprennent à connaître leurs enfants, les enfants apprennent à rester en famille, le travail n'est plus une priorité, les voyages et les loisirs ne sont plus la norme d'une vie réussie.

Soudain, en silence, nous nous retournons en nous-mêmes et comprenons la valeur des mots solidarité et vulnérabilité.

Soudain, nous réalisons que nous sommes tous embarqués dans le même bateau, riches et pauvres. Nous réalisons que nous avions dévalisé ensemble les étagères des magasins et constatons ensemble que les hôpitaux sont pleins et que l'argent n'a aucune importance. Que nous avons tous la même identité humaine face au coronavirus.

Nous réalisons que dans les garages, les voitures haut de gamme sont arrêtées juste parce que personne ne peut sortir.

Quelques jours seulement ont suffi à l'univers pour établir l'égalité sociale qui était impossible à imaginer.

La peur a envahi tout le monde. Elle a changé de camp. Elle a quitté les pauvres pour aller habiter les riches et les puissants. Elle leur a rappelé leur humanité et leur a révélé leur humanisme.

Puisse cela servir à réaliser la vulnérabilité des êtres humains qui cherchent à aller habiter sur la planète mars et qui se croient forts pour clôner des êtres humains pour espérer vivre éternellement.

Puisse cela servir à réaliser la limite de l'intelligence humaine face à la force du ciel.

Il a suffi de quelques jours pour que la certitude devienne incertitude, que la force devienne faiblesse, que le pouvoir devienne solidarité et concertation.

Il a suffi de quelques jours pour que l'Afrique devienne un continent sûr. Que le songe devienne mensonge.

Il a suffi de quelques jours pour que l'humanité prenne conscience qu'elle n'est que souffle et poussière.

Qui sommes-nous ? Que valons-nous ? Que pouvons-nous face à ce coronavirus ?

Rendons-nous à l'évidence en attendant la providence.

Interrogeons notre "humanité" dans cette "mondialité" à l'épreuve du coronavirus.

Restons chez nous et meditons sur cette pandémie.

Aimons-nous vivants !

 
 
 
 

Partager cet article

Repost0
22 mars 2020 7 22 /03 /mars /2020 14:43
ILTRICOLORE ITALIANO SUL MUSEO OCEANOGRAFICO DI MONACO

Il Principato di Monaco ha mostrato la propria solidarietà al'Italia colorando con il tricolore il Museo Oceanografico.

Partager cet article

Repost0
21 mars 2020 6 21 /03 /mars /2020 18:26
Le Cirque WTP lancia raccolta fondi, in cambio la visione del film-spettacolo ALIS

L’Italia sta affrontando un periodo difficilissimo, la lotta al coronavirus è aperta su tutti i fronti e in prima linea c’è tutto il personale medico, donne e uomini straordinari che rappresentano il sistema sanitario italiano, impegnati ogni giorno e che lavorano senza sosta.

Le Cirque World’s Top Performers ha deciso di portare il proprio contributo per sostenerli, lanciando questa raccolta fondi con l’obiettivo di raggiungere le 100.000 mascherine da distribuire ai principali centri ospedalieri Italiani. 

Ma per raccogliere fondi non è possibile fare spettacoli dal vivo e quindi la compagnia di circo contemporaneo più importante d’Europa, nata in Italia nel 2015, metterà a disposizione in prima visione il film del primo spettacolo intitolato ALIS, che ha fatto sognare oltre 200.000 spettatori.

Da venerdì 20 marzo, ore 12, sarà online e il pubblico potrà vederlo sottoscrivendo una donazione minima di 2€. Chi può e lo desidera potrà donare di più.

Gianpiero Garelli, fondatore di Le Cirque World’s Top Performers insieme al figlio Alessandro, lancia l’invito a tutti, anche a chi ha già assistito dal vivo allo spettacolo: “Abbiamo pensato che in un momento così difficile anche noi, pur essendo in grande difficoltà, dobbiamo fare qualche cosa. Da qui l’idea di presentare in anteprima europea il nostro film "ALIS by Le Cirque World's Top Performers", proiettato nelle sale cinematografiche degli Stati Uniti lo scorso Natale e lo speciale realizzato dietro le quinte. E’ per tutte le età e vorrei diventasse lo show di tutti per questa iniziativa. Donate quanto pensate sia giusto e divertitevi per oltre 2 ore con i vostri cari. Insieme, aiuteremo chi ha bisogno.

Nel film c’è anche Onofrio Colucci, direttore artistico e maestro di cerimonia in ALIS, protagonista sui palcoscenici di oltre 50 Paesi: “In questo momento più che mai stiamo scoprendo quanto la solidarietà e l’unione faccia la differenza nel nostro meraviglioso Paese ferito e avvilito dall’incertezza. Il circo, noi, per vocazione ha sempre rappresentato la forza pur nelle avversità, lo stupore condiviso con un meraviglioso assembramento di sconosciuti che si uniscono in un unico “oh!”nell’ammirazione delle acrobazie più incredibili. L’idea di diffondere in Italia in anteprima assoluta e per beneficenza il nostro film, già proiettato nelle sale americane, vuole essere non solo un messaggio di speranza e un momento di svago per tenere viva la nostra capacità di immaginare un domani più forte, ma soprattutto un modo come un altro per esercitare quella immensa capacità di unirci, pur nelle grandi diversità, che ci contraddistingue come popolo.

COME FARE LA DONAZIONE E VEDERE IL FILM DI ALIS
La procedura è semplice e trasparente. È sufficiente collegarsi al seguente link 
www.lecirquewtp.it/andratuttobene, dove è disponibile anche il trailer del film.
Si seleziona quanto si desidera donare (minimo 2€) e si sceglie il metodo di pagamento (Pay Pal oppure Carta di Credito). Appena conclusa la transazione si è reindirizzati alla visione del film.
La prima parte del video è molto curiosa, si potranno vedere immagini inedite di backstage, conoscere da vicino i segreti degli artisti e scoprire in che modo è nato Le Cirque World’s Top PerformersLa seconda parte è lo show integrale, che è stato registrato alla Zoppas Arena di Conegliano Veneto nel 2018, proprio per la richiesta del circuito dei cinema negli Stati Uniti.

DOPO L’EMERGENZA SI TORNERA’ IN SCENA CON UN DOPPIO TOUR IN TUTTA ITALIA
Anche Le Cirque World’s Top Performers ha dovuto fermare il tour previsto questa primavera, ma si guarda avanti: “Stiamo lavorando ad una nuova grande tournée dal prossimo novembre, sia per ALIS che per il nostro secondo nuovo show TILT – aggiunge Gianpiero Garelli – Tante città e tante repliche al nord, al centro e al sud, perché desideriamo tornare ad emozionare e divertire il pubblico di tutta Italia per il periodo natalizio e delle festività, e perché siamo convinti che ce ne sarà bisogno e farà bene a tutti. Avremo un cast stellare, nuove performance e nuovi artisti, i migliori del mondo di circo contemporaneo. 

Per conoscere città e date basta collegarsi al sito di Le Cirque World’s Top Performers, che è sempre aggiornato:

 

 www.lecirquewtp.it

Partager cet article

Repost0

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche