Overblog
Editer l'article Suivre ce blog Administration + Créer mon blog
9 janvier 2013 3 09 /01 /janvier /2013 06:35

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

ArtMonaco_13_eflyer_INFO.jpg 

 

PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.      

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

RETROUVEZ NOS ARTICLES WEB SUR "ROYAL MONACO JOURNAL" 
DECEMBRE '12 BLOG RANK  79

 


Phishing. Con la sentenza n. 9891/2011 la II sezione della Corte di Cassazione Penale fornisce una autorevole definizione del fenomeno criminale.

Il phishing, precisa la Suprema Corte, «è quell’attività illecita in base alla quale, attraverso vari stratagemmi (o attraverso fasulli messaggi di posta elettronica, o attraverso veri e propri programmi informatici ed malwere) un soggetto riesce ad impossessarsi fraudolentemente dei codici elettronici (user e password) di un utente, codici che, poi, utilizza per frodi informatiche consistenti, di solito, nell’accedere a conti correnti bancali o postali che vengono rapidamente svuotati».

 

La definizione della Corte prosegue, individuando anche i contorni dei collaboratori, più o meno consapevoli, del phisher: «la suddetta truffa presuppone, poi, anche un terzo “collaboratore”, il financial manager, ossia colui che si presta a che le somme che l’hacker trafuga dal conto corrente nel quale è entrato abusivamente, vengano accreditate sul proprio conto corrente al fine poi di essere definitivamente trasferite all’estero con operazioni di money transfert».

 

In definitiva, in tale importante pronuncia, si delinea il contenuto di due significativi soggetti del fenomeno criminale in commento: il phisher e il financial manager.

 

La sentenza si segnala, inoltre, da un punto di vista strettamente giuridico, perché in essa la Corte individua i reati previsti dal codice penale italiano che verrebbero integrati dalla commissione delle illecite attività di phishing.

 

In particolare, in primo luogo, la condotta del phisher integra gli estremi dell’art. 640 ter cp  in quanto «è sussumibile nell’ipotesi “dell’intervento senza diritto su (…) informazioni (…) contenute in un sistema informatico” di cui alla seconda parte dell’art. 640 ter c.p., comma 1. Infatti, anche l’abusivo utilizzo di codici informatici di terzi (“intervento senza diritto”) – comunque ottenuti e dei quali si è entrati in possesso all’insaputa o contro la volontà del legittimo possessore (“con qualsiasi modalità”) – è idoneo ad integrare la fattispecie di cui all’art. 640 ter c.p. ove quei codici siano utilizzati per intervenire senza diritto su dati, informazioni o programmi contenuti in un sistema informatico o telematico, al fine di procurare a sè od altri un ingiusto profitto.

 

Nella fattispecie in esame, l’utilizzazione della password – illecitamente ottenuta – per entrare nel sistema informatico di home-banking del correntista (protetto da misure di sicurezza costituite, appunto, dai dati di accesso personali) e messo a sua disposizione dalle Poste Italiane, servì per stornare fondi dal conto corrente della C.: con il che si è verificata l’ipotesi di intervento (nella specie: ordine di bonifico dal conto corrente della C. a quello dell’imputato) senza diritto sui dati e/o informazioni (nella specie: sul saldo attivo del conto corrente) contenuti nel suddetto sistema informatico. Si può quindi concludere per l’infondatezza della prima censura atteso che la fattispecie, così come contestata, rientra nell’ipotesi criminosa di cui all’art. 640 ter c.p.».

 



in http://www.anti-phishing.it/phishing/2013/01/05/3163

 


Partager cet article

Repost0

commentaires

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche