Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
28 avril 2012 6 28 /04 /avril /2012 07:19

 

RoyalMonaco_testata.jpg 

  ROYAL MONACO  WEB MAGAZINE

 

  

PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

RETROUVEZ NOS ARTICLES SUR "ROYAL MONACO JOURNAL" BIMENSUEL DE IL FOGLIO ITALIANO
AVRIL BLOG RANK  75

Il destino dei blog italiani
in Cassazione. Il 10/5/2012
sarà emessa la sentenza
definitiva nei riguardi
di Carlo Ruta accusato
di stampa clandestina.
Protesta-Cassazione-9.jpg
IN CODA tutte le vicende processuali e uno studio di Franco Abruzzo sulla registrazione delle testate online.

Agrigento, 27 aprile 2012. Tra poche settimane la terza sezione penale della  Corte di Cassazione pronuncerà una sentenza che potrebbe essere determinante per il futuro del web in Italia. In assenza di leggi dello Stato chiare e definitive, e in una situazione politica e civile assai confusa, i giudici, esprimendosi sul caso dello storico e saggista Carlo Ruta, dovranno affrontare un dilemma giurisprudenziale che oggi è cruciale: i blog possono continuare a esistere e operare liberamente oppure debbono essere parificati agli organi di stampa e assoggettati alla legge n. 47 del 1948? Questa legge, introdotta in un momento difficile, prevede sanzioni penali, incluse pene carcerarie, nel caso in cui vengano elusi una serie di obblighi, uno dei quali è la registrazione delle testate giornalistiche in tribunale.


Il web è una risorsa vitale della democrazia. Da oltre un decennio, attraverso i blog passano informazione, ricerca storica, studi scientifici di ogni genere, documentazione sociale e civile. Una condanna definitiva, dopo due sentenze di merito, potrebbe creare un significativo punto fermo giurisprudenziale per chiudere i conti con la comunicazione in rete. L’assoluzione scongiurerebbe questo pericolo e creerebbe un importante fondamento giurisprudenziale per il legislatore, perché possa legiferare in maniera conseguente. Ancora una volta è in discussione la libertà di espressione, di ricerca e d’informazione, di cui è garante la Costituzione del Paese.


Info legali: avv. Daniele Minotti 335.5949404 -  avv. Giuseppe Arnone 335.457261


Altro: G. Corradini 347.4862409


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


STAMPA CLANDESTINA:


CONDANNA BIS


al BLOGGER CARLO RUTA.


 


La Corte d’Appello di Catania ha applicato al web la legge 47/1948 sulla stampa.


In http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=6702


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


Libertà sul web


e caso Ruta.


Sentenza shock


 


Le motivazioni della condanna non appartengono ai contesti di una vera democrazia. Secondo il giudice di Modica, il blog “Accadeinsicilia” era addirittura un giornale quotidiano. Per l’informazione in rete potrebbe essere l’inizio del countdown. Carlo Ruta era imputato “del reato p. e p. dagli artt. 5 e 16 della legge 08.02.1948 n. 47 (“stampa clandestina”, ndr), per avere intrapreso la pubblicazione del giornale di informazione civile denominato “Accade in Sicilia” e diffuso sul sito internet www.accadcinsicilia.net senza che fosse stata eseguita la registrazione presso la cancelleria del Tribunale di Modica, competente per territorio”.


La sentenza di Modica in allegato


In http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=2264


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


Leggi tutto in http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=5507


La  questione della registrazione delle testate giornalistiche esaminata anche sotto il profilo storico. La terza legge sull’editoria (n. 62/2001) “letta” alla luce della delibera n. 236/2001 dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni; dell’articolo 31 (punto a) della legge n. 39/2002; dell’articolo 7 (comma 3) del Dlgs n. 70/2003; del Cnlg Fnsi/Fieg  e della legge professionale dei giornalisti n. 69/1963.


 


Testate on-line, la registrazione


presso i tribunali  obbligatoria


quando l’editore chiede


finanziamenti pubblici,


prevede di conseguire ricavi,


rispetta una regolare periodicità


e impiega giornalisti.


Nel Roc soltanto gli editori.


Blog: tutti da registrare?


 


Si può sostenere legittimamente e ragionevolmente che sono da registrare nei tribunali (con un direttore responsabile) tutte le libere manifestazioni del pensiero rivolte al pubblico e strutturate come “giornale”  (sia esso di carta, radiofonico, televisivo, oppure utilizzante ”ogni altro mezzo di diffusione” che  oggi è  internet). Una sentenza milanese va in questa direzione:Alla luce della complessiva normativa in tema di pubblicazioni diffuse sulla rete Internet, risulta ormai acquisito all’ordinamento giuridico il principio della totale assimilazione della pubblicazione cartacea a quella diffusa in via elettronica, secondo quanto stabilito esplicitamente dall’articolo 1 della legge  62/2001. Tale definizione incide  e amplia quella contenuta  nel Rdlg 561/1946 secondo cui non si può procedere al sequestro delle edizioni dei giornali, di pubblicazioni o stampati – contemplati nell’Editto della stampa 26 marzo 1848 n. 695 – se non in virtù di una sentenza irrevocabile (Tribunale di Milano, II sezione civile, sentenza 10-16 maggio 2002 n. 6127 in Guida al  Diritto n. 47 del 7 dicembre 2002).


 


 


analisi di Franco Abruzzo


 


INDICE


1. Premessa storica. L’Italia dalla Monarchia alla Repubblica: dal “permesso” di stampare alla libertà di registrare le testate presso i tribunali.


2. La lettura incrociata di nuove e vecchie norme. Obbligo di registrazione della testata telematica soltanto quando l’editore intende avvalersi delle provvidenze statali.


3. Nel Roc gli editori che prevedono ricavi dalla loro attività e finanziamenti statali.


4. Due tipi di prodotto editoriale (senza o con periodicità regolare).


5. I vincoli della legge  n. 47/1948 sulla stampa. Il direttore responsabile e la registrazione della testata. 


6. La legge 223/1990 ( o "legge Mammì") modello per i giornali della rete.


7. L’informazione “spontanea”.


8. La questione dell’articolo 21 della Costituzione risolto con la sentenza n. 2/1971 della  Corte costituzionale.


9. La legge professionale dei giornalisti  e la registrazione delle testate giornalistiche. Il ruolo del direttore responsabile


10. Conclusioni sulla registrazione delle testate ondine. Nessuno si può “sottrarre ad una disciplina che è stata  riconosciuta  costituzionalmente  valida  per  ogni  tipo  di giornale” (sentenza n. 2/1971 della Corte costituzionale).


11. La questione legata ai blog.  Registrazione in Tribunale? No, se si utilizza il blog semplicemente come strumento di comunicazione ove tutti indistintamente possono esprimere le proprie opinioni sui  più svariati argomenti. Sì, se si usa il blog come strumento tramite il quale fare informazione. Il blogger che diffama rischia la condanna sia in sede penale sia in sede civile.


Appendice (norme di riferimento).

Partager cet article

Repost 0
Published by royalmonacoriviera - dans GIORNALISMO
commenter cet article

commentaires

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche