Overblog
Editer l'article Suivre ce blog Administration + Créer mon blog
10 mai 2013 5 10 /05 /mai /2013 05:17

 

 

ROYALMONACOEDI.jpg

 

PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.      

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

RETROUVEZ NOS ARTICLES WEB SUR "ROYAL MONACO JOURNAL"

 

GIORNALISTI: CONSEGNATO ‘IL PREMIOLINO’ A GIOVANNA CHIRRI, LUCREZIA RIECHLIN, SARAH VARETTO, PAOLO MONDANI, GIUSEPPE CRUCIANI E DAVID PARENZO, DIDI GNOCCHI. A CARLO PETRINI, FIRMA DE LA REPUBBLICA E FONDATORE DI SLOW FOOD, IL PREMIO BIRRA MORETTI PER LA DIFFUSIONE DELLA CULTURA ALIMENTARE.

Milano, 8 maggio 2013.  Anche a Giovanna Chirri, la vaticanista dell’Ansa che l’11 febbraio scorso ha annunciato al mondo intero le dimissioni del papa, è stato assegnato stasera a Milano Il Premiolino durante una cerimonia che si è svolta a Palazzo Marino. Nella rosa dei premiati poi Lucrezia Riechlin del Corriere della Sera (per la sezione Quotidiani), Sarah Varetto, direttore di SkyTg24, per i confronti delle primarie del Pd, Paolo Mondani, giornalista di Report, per l’inchiesta su Monte dei Paschi, Giuseppe Cruciani e David Parenzo, voci de La Zanzara, per la sezione radio, Didi Gnocchi, direttore di ultrafragola.tv, per la sezione new media. A Carlo Petrini, firma de La Repubblica e fondatore di Slow Food, il premio Birra Moretti per la diffusione della cultura alimentare. A consegnare il premio a Giovanna Chirri è stato il presidente dell’Ansa e della Fieg, Giulio Anselmi. “E’ un esempio da citare nelle scuole di giornalismo - ha detto Anselmi -. Non tanto perché sa il latino, che per un vaticanista è normale, è come conoscere l’inglese per un giornalista finanziario. Ma per un altro motivo: Giovanna Chirri é rimasta a sentire il papa che parlava della beatificazione dei martiri di Otranto, un tema tanto appassionante che se ne erano andati tutti…”. La cerimonia di premiazione, nella sala Alessi di Palazzo Marino, ha visto il saluto del sindaco di Milano, Giuliano Pisapia: “Milano è felice di ospitare questo premio - ha detto il sindaco - in un momento così difficile per il lavoro”. (ANSA).

 

 

 

PREMIOLINO - I VINCITORI DELL'EDIZIONE 2013

 

La Giuria de Il Premiolino, prendendo in considerazione gli articoli e i servizi firmati nel corso dell’anno solare 2012, ha decretato i vincitori nelle diverse categorie.

 

Premiati per l’edizione 2013:

 

·         GIUSEPPE CRUCIANI / DAVID PARENZO – La Zanzara – Radio 24

 

Motivazione

 

Alla coppia di conduttori de "La Zanzara", la trasmissione corsara di Radio 24. Beffardi, spregiudicati, irriverenti e politicamente scorretti, muovendosi al confine tra informazione, satira e sberleffo hanno creato un nuovo linguaggio radiofonico e una rubrica di successo.

 

Giuseppe Cruciani, 1966, nato a Roma ma milanese d’adozione. Inizia a Radio Radicale, poi lavora a L’Indipendente con Vittorio Feltri. Dal 1995 per tre anni si trasferisce a Lione alla redazione italiana di Euronews. Dopo l’esperienza con Liberal settimanale (agli Esteri), dal gennaio 2000 è a Radio 24 dove conduce programmi d’informazione. Crea La Zanzara, in onda dal 2006, che ha ottenuto una Grolla d’Oro e per due anni consecutivi le Cuffie d’Oro come miglior programma radiofonico. Ha condotto programmi tv (Complotti su La7, Apocalypse, il grande racconto della storia su Rete4 e Il Tritacarne su Current Tv) e ha scritto due libri, uno sul Ponte di Messina e l’altro sul caso di Cesare Battisti (Gli amici del terrorista, Sperling).

 

All’inizio di quest’anno David Parenzo conduce “Tutti a casa – la politica fatta dai giovani”, in onda in tre serate su MTV. Ormai consolidata la co-conduzione della Zanzara con Giuseppe Cruciani è anche inviato di “in Onda”, programma di La7.

 

Inizia la sua carriera nelle tv locali. Per Telelombardia conduce Iceberg. Su 7 Gold, invece, propone, Titanic Italia. Fin da subito alterna il lavoro in video con quello della carta stampata. Dopo aver lavorato con Sandro Curzi a Liberazione diventa una delle firme del Foglio e del Giornale. Nel 2012 collabora con Piero Chiambretti. Insieme al presentatore lavora alle interviste politiche del programma in prima serata che lo showman realizza per Italia1.

 

·         GIOVANNA CHIRRI – Ansa

 

Motivazione

 

Ha mantenuto vivo il suo latino per poter leggere, da diligente cronista qual è, encicliche e testi del Vaticano. Ed è riuscita - anche grazie a quella che viene considerata una lingua morta e al suo fiuto - a realizzare un raro scoop: le dimissioni del Papa. Un esempio da citare nelle scuole di giornalismo.

 

Giovanna Chirri, classe '59, romana con radici sardo-tosco-liguri, è vaticanista per l'Ansa dal '94: ha coperto gli ultimi 12 anni del pontificato di Wojtyla e Ratzinger dall'inizio. È stata la prima a dare la notizia della rinuncia al pontificato ascoltandola dalla voce del Papa che in latino la annunciava ai cardinali. Ha pubblicato 'Karol Wojtyla, il Papa raccontato ai ragazzi'. Prima del Vaticano, ha seguito per l'Ansa lo Scientifico, gli Speciali e il Diplomatico. In gioventù ha collaborato con Libri novità per RadioTreRai, I Quartieri del Messaggero e ha fatto uno stage a Repubblica. Maturità classica, laurea in filosofia teoretica e master in giornalismo, con tesi sperimentale sull’introduzione dell’informatica nei quotidiani, lavorò a 4 mani con Loredana Bartoletti, relatore Sergio Lepri. Artigiana di Twitter, ama i libri, al virtuale preferisce il reale. Sposata con Mimmo da 30 anni, è mamma di Luca, Flavia e Marco.

 

·         DIDI GNOCCHI – Ultrafragola.tv

 

Motivazione

 

Per aver creato la prima Web Tv italiana dedicata all’arte, alla cultura e al design, adottando con coraggioso spirito pioneristico gli strumenti e i linguaggi più innovativi pur restando fedele ai valori del miglior giornalismo tradizionale.

 

Didi Gnocchi, classe ’61, per vent’anni è stata inviata prima nella carta stampata (La Provincia Pavese) e poi per i telegiornali delle reti Mediaset. Da metà del 1990 è stabilmente inviata nell’ex Unione Sovietica a cavallo della transizione. Racconta per i tg Mediaset la fine del comunismo, il declino di Gorbaciov e il periodo di Eltsin, il dopo Chernobyl, la pena di morte in Russia, la crisi dell’Armata Rossa.

 

Nel 2000 fonda la società 3D Produzioni. L’esperienza russa la porta ad approfondire per qualche anno i temi legati al periodo staliniano con una serie di documentari in onda su Rai e Mediaset.

 

A partire dal 2003 l’incontro con l’architetto Vico Magistretti e con Maddalena De Padova, la avvicina al design e all’architettura e nello stesso anno produce la prima serie televisiva sul design, Ultrafragola, realizzata per il canale di Sky, CULT. La serie sarà prodotta anche nel 2004.

 

Nell’aprile 2007 crea Ultrafragola.tv, la prima web tv dedicata ai temi di design architettura e arte, che tuttora dirige.

 

·         PAOLO MONDANI – Report – Rai Tre

 

Motivazione

 

Per aver svelato, con l'inchiesta su Monte dei Paschi di Siena nel maggio 2012, i meccanismi complessi della deriva economica, delle ragnatele societarie, del furto legalizzato. Ottima dimostrazione di un attento lavoro d'inchiesta e di coraggiosa indipendenza dal potere economico e politico.

 

Giornalista professionista. Ha lavorato per quotidiani italiani e network italiani ed esteri. Per la Rai, nel 1997, ha collaborato agli Speciali di Rai Due. Inoltre, tra il 1999 e il 2002, ha lavorato come inviato per Circus, Raggio Verde, Sciuscià, Emergenza Guerra e Sciuscià edizione straordinaria. Nel 2003 è inviato e coautore di Report, su Rai Tre. Nel 2006 collabora, come inviato, ad AnnoZero su Rai Due. Dal 2007 è di nuovo nel team di Report.

 

·         CARLO PETRINI – La Repubblica e fondatore di Slow Food

 

Premio Birra Moretti per la Diffusione della Cultura Alimentare

 

Motivazione

 

Promuove in tutto il mondo uno stile di vita rispettoso dei territori e delle tradizioni locali. Oggi si premia il giornalista: i suoi articoli affrontano la complessità dei temi connessi alla cultura alimentare rendendo semplice ciò che appare complesso e contribuendo a diffondere una cultura alimentare basata sulle diversità delle materie prime e sulla qualità degli ingredienti.

 

Nato a Bra (Cuneo) nel 1949, con studi di sociologia e un background di impegno in politica e nell’associazionismo. Negli anni Ottanta fonda Arcigola, divenuta nel 1989 l’associazione internazionale Slow Food. Dalle sue idee nascono la prima Università di Scienze Gastronomiche e Terra Madre.

 

Nella veste di giornalista ha collezionato importanti collaborazioni con quotidiani nazionali come Il Manifesto e successivamente, per diversi anni, con La Stampa. Oggi è una firma importante dei giornali del gruppo L’Espresso e in particolare de La Repubblica.

 

Nel 2004 la rivista Time Magazine gli attribuisce il titolo di Eroe Europeo, mentre nel gennaio 2008 compare, unico italiano, tra le «Cinquanta persone che potrebbero salvare il mondo», elenco redatto dal quotidiano The Guardian.

 

L’ultimo suo lavoro è Terra Madre. Come non farci mangiare dal cibo, pubblicato nel 2009 da Giunti – Slow Food Editore, ideale seguito di Buono, pulito e giusto (Einaudi, 2005), in cui Petrini aggiorna le sue teorie partendo dalla crisi mondiale e dal modello di pensiero e sviluppo che ne è la causa prima.

 

·         LUCREZIA REICHLIN – Corriere della Sera

 

Motivazione

 

Per aver saputo utilizzare e trasformare la sua esperienza internazionale di docente e di protagonista del mondo economico in preziosi strumenti per raccontare e spiegare da editorialista del Corriere della Sera la complessità dei problemi che stiamo vivendo.

 

Lucrezia Reichlin è Professore ordinario di economia alla London Business School e co-fondatrice della società di previsioni Now-Casting Economics Ltd. Tra le sue altre attività Reichlin è consigliere di Unicredit, direttore della ricerca per il Center for European Policy Research (CEPR) e presidente del consiglio di ricerca della think-thank europea, Bruegel. Dal marzo 2005 al settembre 2008 è stata Direttore Generale alla Ricerca alla Banca Centrale Europea. Collabora regolarmente al Corriere della Sera.

 

·         SARAH VARETTO – Sky Tg24 – Sky

 

Motivazione

 

Per essere riuscita con la sua équipe redazionale di Sky Tg24 a organizzare gli unici faccia a faccia televisivi tra i candidati alle Primarie del Partito Democratico, offrendo così un contributo prezioso per chiarezza e ritmo in uno scenario politico assai incerto e allarmante.

 

Giornalista professionista. Dal 1992 al 1998 è redattrice e conduttrice per l’emittente regionale GRP (Giornale Radiotelevisivo Piemonte) in vari programmi di informazione. Dal 1998 lavora per il programma Italia Maastricht su Rai Tre. Nel 2000 è redattrice per il programma Pianeta economia (una co-produzione di RaiNews24 e International Herald Tribune TV). Da marzo dello stesso anno è direttrice editoriale del sito di informazione economica e personal finance www.miaeconomia.it, che comprende oltre al sito Internet, il programma televisivo e progetti di comunicazione per aziende e istituzioni. Da luglio 2002 ne diviene direttore responsabile. Nel biennio 2002-2003 è autrice e conduttrice del magazine di informazione economica Miaeconomia in onda tutti i sabati e le domeniche su La7.

 

Parallelamente da dicembre 2002 a maggio 2003 è autrice e co-conduttrice con Alan Friedman del programma di economia I nostri soldi, in onda tutti i venerdì su Rai Due. Approda a SKY nel 2003 dove è autrice e conduttrice di Sky Tg24 Economia e caporedattore della redazione economica. Dal 4 luglio 2011 assume l'incarico di direttore del canale.

 

 

 

IL PREMIO BIRRA MORETTI PER LA DIFFUSIONE DELLA CULTURA ALIMENTARE

 

Il gusto della sincerità: così recita il sottotitolo de Il Premiolino. È proprio la sincerità, il denominatore comune che da 8 anni lega a doppio nodo, in qualità di mecenate, Birra Moretti a questo storico premio giornalistico.

 

Sincerità è sinonimo di genuinità, qualità e rispetto della tradizione. È un valore cui Birra Moretti tiene fede da sempre, da oltre 150 anni, tanto è lunga la sua storia. Birra Moretti è realmente una birra genuina, fatta ancora seguendo le regole tradizionali, utilizzando materie prime garantite e una particolare miscela di luppoli e malti pregiati che le donano un aroma unico.

 

A partire dal 2009, fra i riconoscimenti decretati dalla Giuria de Il Premiolino, è stato inserito anche il Premio Birra Moretti per la Diffusione della Cultura Alimentare, assegnato ogni anno a quel giornalista capace, attraverso i suoi articoli e i suoi servizi, di stimolare fra i lettori l’amore per la cucina, il piacere del mangiare sano, informato, corretto e, comunque, mai del tutto a caso.

 

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

 

La Giuria quest’anno ha assegnato il Premio Birra Moretti per la Diffusione della Cultura Alimentare a Carlo Petrini, dal 2007 firma de La Repubblica e fondatore dell’associazione Slow Food.

 

Questa la motivazione ufficiale con cui gli viene assegnato il riconoscimento:

 

Promuove in tutto il mondo uno stile di vita rispettoso dei territori e delle tradizioni locali. Oggi si premia il giornalista: i suoi articoli affrontano la complessità dei temi connessi alla cultura alimentare rendendo semplice ciò che appare complesso e contribuendo a diffondere una cultura alimentare basata sulle diversità delle materie prime e sulla qualità degli ingredienti.

 

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

 

IL PERCORSO CULTURALE DI BIRRA MORETTI

 

Ha inizio nel 2007 il pionieristico percorso di Birra Moretti finalizzato alla promozione di una nuova cultura della birra in Italia, coerentemente con gli stili e i gusti del nostro Paese. Un progetto ad ampio raggio e in continua evoluzione che, nel valorizzare la storia, l’esperienza birraria e la qualità della famiglia di birre più premiata d’Italia, dà voce al Paese attraverso le attività di ricerca e divulgazione dell’Osservatorio Birra Moretti e crea opportunità per le eccellenze emergenti.

 

2007

 

Italiani sinceri, ma non troppo - È la prima indagine sociale promossa dall’Osservatorio Birra Moretti – condotta da Astra Ricerche - che, scandagliando fra coscienza e interiorità, porta alla luce il livello di onestà intellettuale, di correttezza sociale, di autenticità relazionale che caratterizzano il nostro modo di pensare, di agire, di rapportarci con gli altri. Quello della sincerità rappresenta il primo di una serie di valori che, nelle intenzioni di Birra Moretti, da sempre paladina del gusto per la sincerità, potranno essere indagati negli anni a venire con l’obiettivo di comprendere sempre meglio il modo di pensare e di comportarsi degli italiani.

 

2007 - 2008

 

Partnership con IPCA – Scuola della Cucina Italiana - Dall’alleanza con IPCA e Scuola della Cucina Italiana nasce la prima collezione di ricettari che propone la Birra in abbinamento e come ingrediente per la ricettazione. In cucina con Birra Moretti? Perché no! – Vol. 1 (2007) e Vol.2 (2008) sono gratuiti, scaricabili online e pensati per un pubblico di appassionati non necessariamente esperti. Propongono 50 ricette, dagli antipasti ai dolci, nate seguendo il ritmo naturale delle stagioni, in cui i gusti e i colori di Birra Moretti diventano ingredienti di successo. Della collana fa parte anche Le ricette del 45° (2008): 8 ricette per tutti realizzabili nel tempo dell’intervallo di una partita di calcio.

 

2008

 

La partnership con Identità Golose - Nel 2008, Birra Moretti diviene main sponsor di Identità Golose, il Congresso Italiano della Cucina d’Autore che ogni anno richiama dall’Italia e dal mondo grandi Chef, giornalisti, addetti ai lavori, opinionisti ‘della forchetta’ e amanti del ben mangiare. Se la qualità (del cibo) e l’innovazione (in cucina) sono i protagonisti di sempre a Identità Golose, lo stesso binomio caratterizza fortemente la filosofia aziendale di Birra Moretti, prodotta seguendo regole tradizionali e utilizzando materie prime di alta qualità.

 

Le specialità di Birra Moretti & Eataly - Nelle diverse sedi di Eataly, il mercato dei “Cibi Alti” nato a Torino e oggi ambasciatore del food made in Italy in numerose capitali del mondo - a partire dal 2008, Birra Moretti organizza eventi e incontri con il pubblico finalizzati alla diffusione di una migliore conoscenza del prodotto e alle sue potenzialità sulla tavola e in cucina.

 

2009

 

ll Premiolino e il Premio Birra Moretti per la diffusione della cultura alimentare in ambito giornalistico - A partire dal 2006 Birra Moretti è “mecenate” de Il Premiolino, il premio giornalistico più antico e prestigioso d’Italia, condividendone i due valori portanti: la sincerità e la convivialità. Non a caso il titolo del Premio oggi recita “Il gusto della sincerità”. Con l’edizione 2009 viene istituito il Premio Birra Moretti per la diffusione della cultura alimentare destinato ai giornalisti impegnati in una corretta e attenta opera di divulgazione e valorizzazione della cultura alimentare made in Italy. L’importante riconoscimento viene assegnato ogni anno dalla Giuria de Il Premiolino (www.premiolino.it).

 

Nel cuore di Napoli nasce “Pizza Moretti” - Nel 2009 il famoso piatto della tradizione partenopea e italiana, la pizza, viene rielaborato dall'antica Pizzeria Brandi di Napoli, utilizzando un impasto creato ad hoc per Birra Moretti con farina di malto, farina di mais e lievito di Birra Moretti. Sono proprio queste le materie prime che rendono Pizza Moretti unica, come gli ingredienti che guarniscono, tutte ricercate prelibatezze di origine esclusivamente campana.

 

Grandi Chef per Birra Moretti – A partire dal 2009, sono sempre più numerosi i grandi Chef stellati, assi della cucina italiana – da Massimo Bottura a Claudio Sadler, da Andrea Berton a Davide Oldani, per citarne alcuni - che vengono coinvolti da Birra Moretti nel suo progetto culturale e invitati a creare ricette, abbinamenti e menu, utilizzando le sei specialità della famiglia Birra Moretti in abbinamento e come ingrediente nei loro piatti.

 

2010

 

La Carta degli Abbinamenti delle birre di Birra Moretti – L’attività editoriale si arricchisce con La Carta degli Abbinamenti delle birre di Birra Moretti, pensata per contribuire a diffondere la corretta cultura della birra. Un volume di 74 pagine, affidate all’esperta penna di Maurizio Maestrelli, uno dei più competenti giornalisti italiani in materia birraria, per divulgare le regole base per gustare a pieno una birra e per abbinarla correttamente al cibo.

 

Italiani a Raggi Eat: una ricerca alla scoperta di gusti e abitudini alimentari degli italiani – L’Osservatorio Birra Moretti presenta i risultati della seconda ricerca sociale “Italiani a Raggi Eat”. Con Marilena Colussi, sociologa dell’alimentazione, il campo di indagine si apre al rapporto che il nostro Paese ha con l’alimentazione in generale e con la birra in particolare, soffermandosi sul concetto di ‘identità nazionale gastronomica’. Il sondaggio coinvolge un campione rappresentativo di oltre 26 milioni di italiani intervistati via web e 11 fra i più noti Chef italiani, chiamati a commentare i principali risultati dell’indagine. Dalla ricerca, emerge il profilo del Beer Lover italiano: quasi 4 milioni di persone che nutrono nei confronti della birra una vera e propria passione privilegiandola a tutte le altre bevande.

 

2011

 

Ogni birra ha la sua spezia – Debutta la partnership con Gambero Rosso - punto di riferimento per migliaia di appassionati del ben mangiare – e nasce “Birra e spezie, perché no?”, sezione del sito www.gamberorosso.it nella quale Birra Moretti e Gambero Rosso esplorano nuove strade del gusto scegliendo le combinazioni ideali fra spezie e birra. Sei diversi stili birrari e 20 fra spezie e aromi, grazie al corretto abbinamento, diventano i protagonisti indiscussi di tante ricette create per esaltare il gusto della birra.

 

Premio Birra Moretti Grand Cru - In collaborazione con Identità Golose, Birra Moretti lancia il Premio Birra Moretti Grand Cru, primo concorso nazionale rivolto a Chef e Sous Chef italiani under 35 “con la passione della birra in cucina”. Il vincitore della prima edizione - Giuliano Baldessari, sous chef del ristorante Le Calandre di Sarmeola di Rubano (PD) – è stato decretato da una Giuria d’eccezione composta da 8 chef pluristellati (Massimo Bottura - presidente, Andrea Berton, Cristina Bowerman, Carlo Cracco, Gennaro Esposito, Davide Oldani, Claudio Sadler, Davide Scabin), da un sommelier di fama mondiale (Marco Reitano), oltre che da Alfredo Pratolongo per Birra Moretti e dal giornalista e ideatore di Identità Golose Paolo Marchi.

 

2012

 

Gli Italiani? Kitchen People! – È la nuova e più recente puntata dell’indagine sul rapporto tra gli Italiani e il cibo e sui risvolti sociali connessi al 'vivere la tavola', condotta dalla sociologa dell’alimentazione Marilena Colussi con l’Istituto C.R.A. per l’Osservatorio Birra Moretti. La ricerca si è focalizzata sul concetto di ospitalità e sugli argomenti di conversazione prediletti o da censurare, per poi fare un raffronto con le abitudini del popolo britannico, scoprendo che è sempre più forte la dimensione italiana di Kitchen People.

 

Premio Birra Moretti Grand Cru – La seconda edizione del Premio – che, sul successo della prima ha registrato un incremento del 20% nel numero dei partecipanti - viene conquistata da Christian Milone, Chef del ristorante Trattoria Zappatori di Pinerolo (TO). La Giuria stellata che lo ha eletto, presieduta da Claudio Sadler, era composta dagli Chef Andrea Berton, Cristina Bowerman, Iside De Cesare, Nino Di Costanzo, Davide Oldani, Simone Padoan, Andrea Sarri, dal sommelier Giuseppe Palmieri, da Alfredo Pratolongo e Paolo Marchi.

 

 

Partager cet article

Repost0

commentaires

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche