Yahoo/Bo
  •  

    Monte-Carlo, 18 maggio 2021. La kermesse monegasca giunta alla conclusione della sua nona edizione, si è confermata ancora una volta, piattaforma di riferimento per la moda etica in Europa e nel Mondo. 

    Una vetrina che ha visto la partecipazione all’interno del calendario digitale, nomi autorevoli del settore fashion internazionale come l’imprenditore Brunello Cucinelli, Sara Sozzani Maino (Head of Vogue Talents e Deputy Director di Vogue Italia nonchè International Brand Ambassador CNMI) e la stilista Stella Jean, alternarsi in approfondimenti sui principali temi legati alla moda, alla sostenibilità, all’inclusività e valorizzazione della diversità.

    Ma non solo: ieri, martedì 18 maggio la Salle des Étoiles dello Sporting Monte-Carlo, ha ospitato il pranzo di Gala nel corso della quale sono stati consegnati i premi creati dalla Chambre Monégasque de la Mode in un evento fisico che si è fatto portavoce di quella ripartenza sempre più necessaria anche e soprattutto per il segmento moda di cui la kermesse monegasca è testimone attiva.  

    MCFW Fashion Awards Ceremony 2021

    La Monte-Carlo Fashion Week ha voluto così suggellare l’impegno delle personalità che si sono distinte per il loro impegno creativo unito, naturalmente ad un’etica sostenibile e morale, premiandole nel corso della attesissima FASHION AWARDS CEREMONY 2021 presentata dalla bellissima Victoria Silvstedt e da Maurizio Di Maggio conduttore radiofonico di Radio Monte Carlo.

    In questo momento storico in cui l’intero settore moda si è trovato a riflettere sulla necessità di un profondo cambiamento e l’esigenza di un approccio etico a tutto tondo, è stato per noi fondamentale dare un segnale di presenza, di forza, di unione per dimostrare come la moda non sia solo un’industria, ma sia cultura a tutto tondo “ha commentato Federica Nardoni Spinetta, ideatrice della manifestazione e Presidente e Fondatrice della Chambre Monégasque de la Mode. “La Monte-Carlo Fashion Week, attraverso il racconto dei protagonisti di questo cambiamento di stile in chiave green vuole essere un tassello importante per la ripartenza e per il ripensamento di tutta la filiera”. 

    E le personalità che si sono distinte in questo approccio nuovo e consapevole hanno avuto il loro momento dedicato che ha avuto inizio con l’assegnazione dell’International Fashion Award 2021 consegnato da Gareth Wittstock alla maison svizzera Akris. La signature caratteristica di Kriemler, caratterizzata da un design innovativo, da tessuti nobili e da un’ars artigianale senza tempo, ha permesso ad Akris di entrare a far parte della Fédération de la Haute Couture et de la Mode, un privilegio concesso a poche case non francesi. 

    "I Valori creano valore" è il credo di Marco Bizzarri, Presidente e CEO di Gucci, premiato con il Business Leader Award 2021 da Federica Nardoni Spinetta per il suo impegno nella gestione a tutto tondo di un marchio iconico come Gucci, in cui ha accompagnato il lavoro creativo di Alessandro Michele con lo sviluppo dell’azienda in termini di crescita del business e nella creazione di una cultura aziendale animata da valori di inclusività, rispetto per la diversità e attenzione alla sostenibilità sociale e ambientale. Una visione contemporanea del business, supportata da risultati sorprendenti, in cui lo spirito originario della maison toscana, che celebra quest’anno il suo centenario, viene esaltato in maniera sempre nuova ed autentica, ispirato da valori di gioia, positività e rispetto per le persone e per il pianeta.

    Il premio Positive Change Award 2021 è stato assegnato da Rosanna Trinchese (Artistic Director della Monte-Carlo Fashion Week) a Sara Sozzani Maino, Deputy Director di Vogue Italia e head of Vogue Talents, per il progetto che ricerca e supporta la nuova generazione di creativi in tutto il mondo, come riconoscimento del suo importante contributo alla moda e per l’impegno verso un approccio alla moda più responsabile e consapevole.

    Philippe Prudhomme di Bettina ha ricevuto il Made in Monaco 2021, consegnatogli da Mireille Pietri- General Secretary of the Chambre Monégasque de la Mode- per il suo importante contributo dato alla diffusione della moda Made in Monaco. La maison di cui è a capo, fondata nel 1954 dalla star francese Bettina Graziani, ha saputo trasformare la maglieria, cuore della sua produzione, in un prodotto haute couture e senza tempo. Bettina ha anche messo il suo know-how al servizio della produzione di mascherine di alta qualità Made in Monaco.

    Menzione d’onore per il pilota di Formula 1 Charles Leclerc premiato con il Most Fashionable Sportsman 2021. La Chambre Monégasque de la Mode ha riconosciuto il titolo di sportivo più elegante al giovane talento della Ferrari, la cui eccezionale carriera nel mondo dei motori è accompagnata da una passione per la moda che fa la differenza nei circuiti automobilistici come nel quotidiano.

    Edoardo Iannuzzi e Giò Giacobbe di ACBC Shoes sono stati dichiarati vincitori del Contest of the Sustainable Award 2021, consegnato loro da Victoria Silvstedt, per l’impegno profuso nella produzione di scarpe sostenibili, uno dei settori da sempre più impattanti sull’ambiente. L’utilizzo di una tecnologia all’avanguardia si unisce all’uso di materiali riciclati e biologici per dare vita a calzature performanti e dall’estetica connotante. 

    Il secondo premio del Sustainable Contest con menzione Speciale va all’italiana Zerobarracento; il terzo premio ex-equo a Sarayaa dal Senegal e Anita Lara dal Guatemala.

    Sono stati Domenico Dolce e Stefano Gabbana i vincitori dello Special Award 2021, in virtù del savoir faire sartoriale che identifica lo stile di Dolce&Gabbana. Un riconoscimento che premia il percorso creativo eccezionale dei due designer, ricco di riconoscimenti e di successo, che li ha portati a essere ambasciatori del Made in Italy nel mondo celebrando con le loro creazioni quel patrimonio artigianale autenticamente italiano e unico nel suo genere.