Overblog
Editer l'article Suivre ce blog Administration + Créer mon blog
5 juin 2018 2 05 /06 /juin /2018 17:13
PRINCIPATO DI MONACO: CELEBRAZIONE DELLA FESTA NAZIONALE ITALIANA DEL 2 GIUGNO

ln ricordo al referendum istituzionale del 2 e 3 giugno del 1946 l’Italia ha creato la Festa Nazionale che vide i cittadini esprimersi tra la scelta  verso una forma di governo repubblicano abbandonando lo stato monarchico in seguito alla caduta del fascismo. Due anni dopo e per la prima volta, Roma ospito’ la parata militare in onore della Repubblica e da allora si celebra con il 2 giugno la nascita della nazione non solo in tutta Italia ma anche nelle nazioni dove sussiste una rappresentanza ufficiale italiana con Ambasciate e Consolati.

Quest’anno, nelle sequenze della manifestazione, l’Hôtel  Meridien per la prima volta nel Principato, ha ospitato  tantissimi italiani residenti a Monaco e alte personalità del Principato venuti a festeggiare l’Italia, la musica e i prodotti italiani che l’Ambasciata ha sagacemente selezionato tra i produttori di spicco, aperti alla degustazione, dopo il discorso ufficiale e le note dell’Inno di Mameli anche quest’anno  affidato alle corde vocali di Katia Ricciarelli. Durante ed anche  alla fine della serata, tutti si sono complimentati con l’Ambasciatore, produttori ed i cantanti che hanno allietato il pubblico  in una serata che rimarrà gradita e simpatica nei ricordi di tutti. 

Discorso di S.E. Cristiano Gallo, Ambasciatore d’Italia

DISCORSO DELL’AMBASCIATORE CRISTIANO GALLO

Cari connazionali, gentili ospiti, a nome mio e di mia moglie Sabrina vi do il benvenuto alla Festa della Repubblica Italiana, la seconda del mio mandato di Ambasciatore d’Italia nel Principato di Monaco. Consentitemi innanzitutto di rivolgere un cordiale saluto e un ringraziamento alle Autorità monegasche intervenute stasera che con la loro presenza onorano e confermano la storica amicizia tra i nostri popoli, prima ancora che fra le nostre Istituzioni e i nostri Governi.

Mi rivolgo in particolare all’Arcivescovo di Monaco, Mons. Barsi; al Segretario di Stato, Boisson; al Presidente del Consiglio Nazionale del Principato, Stéphane Valeri; al Capo di Gabinetto di SAS,  Lisimachio; ai Consiglieri del Principe; ai Ministri Consiglieri di Governo, alle Autorità tutte.  La presenza degli italiani a Monaco è sempre stata rilevante, sia in termini quantitativi che qualitativi e tale si conferma oggi con oltre 8.400 connazionali iscritti all’anagrafe, che rappresentano il 22% della popolazione residente nel Principato. Non dimentichiamo che, già alla fine dell’ 800, sono stati gli italiani a costruire materialmente gran parte del Principato, pietra su pietra, scavando nella roccia.

Provenivano soprattutto dalle vicine Regioni della Liguria e del Piemonte, le stesse dalle quali vengono a lavorare ogni giorno circa 4.000 frontalieri italiani. Con l’occasione ringrazio della sua presenza il Presidente dell’Associazione dei frontalieri autonomi al quale prego di portare il mio saluto più cordiale a quanti giungono a Monaco quotidianamente per servizio, contribuendo cosi allo sviluppo del Principato ed alle relazioni bilaterali tra i nostri Paesi. Le attività svolte dagli italiani si estendono oramai in tutti i settori della società monegasca; sono circa 1500 le imprese nazionali qui operanti e diverse sono le Associazioni di imprenditori italiani che le rappresentano a Monaco, prima fra tutte l’ AIIM, che quest’anno festeggia i 15 anni di attività a Monaco ed alla quale rivolgo quindi i miei auguri. Saluto e ringrazio il Presidente dell’AIIM e l’intero suo Consiglio di Amministrazione per l’importante ruolo che svolgono nel Principato. Anche in virtù di tale impegno l’Italia è da anni il principale partner commerciale di Monaco, che rappresenta un mercato di snodo importante per il nostro Paese, un luogo ideale per la promozione di idee e prodotti, di iniziative innovative che qualificano la nostra collaborazione.

 

L’Ambasciata d’Italia è impegnata a valorizzare e rafforzare tale collaborazione, programmando ogni anno una serie di eventi promozionali e culturali al tempo stesso, sempre sul filo della creatività, quella stessa che ha reso ineguagliabile nel mondo l’offerta del MADE IN ITALY ed in genere il gusto e lo stile italiani che amiamo racchiudere nel riuscito slogan “VIVERE ALL’ITALIANA”.  Nel campo delle relazioni internazionali il peso specifico dei paesi non si misura più solo in termini di influenza politica, grandezza economica o potenza militare. Oggi conta la capacità di irradiazione di un modello culturale e la diffusione del proprio stile di vita. Per questo amiamo considerarci una super potenza di cultura e bellezza vista la ricchezza del patrimonio artistico che abbiamo ereditato dal passato e che siamo quotidianamente impegnati a tutelare. Ricordiamo che sono ormai saliti a 53 i nostri siti  bollinati dall’UNESCO e che la dieta mediterranea e l’arte della pi

zza sono state riconosciute patrimonio immateriale dell’umanità; che l’indice Bloomberg della salute ci ha consacrati il paese più sano al mondo; che le statistiche dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ci collocano da anni – assieme al Principato di Monaco – in posizione di primato in termini di longevità degli italiani e qualità del nostro sistema sanitario.

S.A.R. Principessa  Antonella de Orleans-Borbon   e sua figlia Eulalia

 L’Italia è infatti fra i primi paesi in Europa e nono al mondo per turismo sanitario. E ciò, senza dubbio, per la qualità dei nostri servizi sanitari e la possibilità pratica di accedervi, ma anche e soprattutto perché la salute oggi non è solo la cura o l’assenza di malattie ma la pienezza del vivere, dal punto di vista fisico, psicologico e sociale. Lo “stare bene” dipende dall’ambiente, dalla cultura e dalla bellezza che ci circondano. L’Italia è il terzo paese più conosciuto al mondo per cucina, enologia, moda e design e le eccellenze che esprime oggi nell’innovazione tecnologica e nell’industria del lusso sono frutto di una naturale prosecuzione della tradizione artigianale italiana che nel corso dei secoli ha dato vita a prodotti di qualità, di grande praticità, ma anche di indubbio senso estetico. Siamo pertanto impegnati a proseguire sulla strada della promozione integrata del nostro prestigioso “marchio Italia” ed anche questa Festa Nazionale ci ha dato l’opportunità di presentarvi diversi prodotti italiani di alta gamma grazie ai numerosi sponsor intervenuti, che colgo l’occasione per ringraziare di cuore.  

Un’efficace promozione commerciale non può oramai essere disgiunta da un’offerta culturale di qualità.  In quest’ottica, vi do sin d’ora appuntamento a metà ottobre con la “Settimana della lingua e cultura italiana”, che quest’anno faremo coincidere con un’iniziativa di grande spessore culturale che abbiamo lanciato lo scorso anno ed ha registrato un notevole successo, ovvero il “Premio Campiello” all’estero con la presenza a Monaco del/dei vincitori del prestigioso Premio letterario. In tema di cultura non posso peraltro non rendere merito a quanto fa nel Principato il Comitato di Monaco della Dante Alighieri con il quale l’Ambasciata collabora da tempo con reciproca soddisfazione. Saluto il Presidente e il Consiglio della Dante presenti stasera e li ringrazio per il loro impegno costante ed il ricco programma che ci offrono ogni anno. Così come ringrazio il Presidente e l’intero Comitato del COMITES per quanto fanno per i connazionali residenti a Monaco e soprattutto per l’impegno che quotidianamente profondono a favore dei meno fortunati che vivono nel Principato.  

Il Presidente del Comites Ezio Greggio e l'artista Pascal 

L’Ambasciata da sola non potrebbe svolgere le attività economico-commerciali, culturali e sociali che l’AIIM, la Dante Alighieri ed il COMITES brillantemente curano ciascuno nel proprio settore ma cerca di coordinare sinergicamente la loro azione cosi esplicitando efficacemente il Sistema Paese. La nostra è, infatti, una piccola Ambasciata e tutti voi la conoscete perché essa è la vostra casa. Vi prestiamo servizio in pochi ma, come sapete, veniamo sempre incontro alle vostre esigenze e vi accogliamo con disponibilità e cortesia. Siamo una piccola realtà ma non lesiniamo sforzi, assieme a voi, per far brillare la nostra stella e far sventolare sempre più alta su questo meraviglioso lembo di terra, sospesa tra cielo e mare, la nostra meravigliosa bandiera.

Viva l’Italia, Viva Monaco.

Partager cet article

Repost0

commentaires

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche