Overblog
Editer l'article Suivre ce blog Administration + Créer mon blog
30 mars 2018 5 30 /03 /mars /2018 08:03
Ho il piacere di comunicare la nuova nomina del cugino Giovanni Pettorino (il suo papà fu il mio padrino di battesimo) già al comando del porto di Genova. Congratulazioni anche  dalla redazione! Luigi Mattera

Ho il piacere di comunicare la nuova nomina del cugino Giovanni Pettorino (il suo papà fu il mio padrino di battesimo) già al comando del porto di Genova. Congratulazioni anche dalla redazione! Luigi Mattera

Ad Ischia la prima visita ufficiale dell’ammiraglio Giovanni Pettorino che, salutata la Direzione Marittima della Liguria, ha assunto, il 1° febbraio scorso, il prestigioso incarico di Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di Porto. Una breve visita, un saluto ai genitori le cui spoglie sono custodite presso il cimitero di Ischia, il doveroso incontro con i familiari e, poi, il tavolo istituzionale presso la sala convegni dell’Hotel Re Ferdinando di Ischia Porto.
All’incontro hanno partecipato anche il Comandante del Circondario dell’Isola d’Ischia Alessio De Angelis, le Autorità Locali civili e militari, associazioni, società di navigazione e la stampa locale. In particolare sono stati il sindaco di Ischia Enzo Ferrandino e Giorgio Brandi dell’Associazione Marinai d’Italia a portare il proprio saluto e quello di tutta l’isola all’illustre conterraneo, omaggiato con la consegna del crest simbolo dell’isola d’Ischia e della sua marina.

 

PETTORINO TRA I PERSONAGGI PIU’ AUTOREVOLI NON SOLO DELLE FORZE ARMATE
Incaricato dal Consiglio dei Ministri, su proposta del ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, e del ministro della Difesa, Roberta Pinotti, Pettorino, ischitano di nascita, è entrato in servizio il 10 febbraio. Ad Ischia il suo primo tributo in veste ufficiale. Senza dubbio l’Ammiraglio Pettorino tra i figli di Ischia rappresenta il personaggio più autorevole nel panorama nazionale e non solo nell’ambito delle forze armate.

“E’ una nomina che viene effettuata su indicazione del Governo – ha ricordato Pettorino – Ho lasciato Genova il 25 gennaio cedendo il comando all’ammiraglio Carlone che proviene dal comando operativo generale di Roma”.

Il Presidente dei "Marinai d'Italia" sezione d'Ischia, Dott. Giorgio Brandi, consegna il simbolo della sede all'Ammiraglio Giovanni Pettorino
Pettorino è stato comandante a Genova, in seguito anche commissario dell’Autorità portuale poco prima della riforma della legge 84/94, a Napoli, Viareggio, Sanremo, Pescara e a Gioia Tauro. Ha frequentato l’Accademia della Marina di Livorno e tra le operazioni più note che ha compiuto, si segnalano la guida dei soccorsi al traghetto Norman Atlantic, incendiatosi nel canale di Otranto tre anni fa, e la supervisione dell’ultimo viaggio del relitto della Costa Concordia dall’Isola del Giglio al porto di Genova.


Ma l’ammiraglio ha ricoperto ruoli di coordinamento anche durante l’operazione Mare Nostrum ed il soccorso in mare ai migranti. Interventi ed azioni cui Pettorino, anche nell’incontro ischitano di ieri, ha mostrato di tenere particolarmente a cuore.
“Le attività di ricerca e salvataggio svolte hanno consentito di contenere i drammatici esiti dell’imponente fenomeno migratorio che investe il nostro Paese e tutto il continente Europeo – ha spiegato – Solo nel 2017 sono stati infatti soccorsi più di 28.000 migranti e 115.000 sono le persone portate in salvo complessivamente in operazioni coordinate dal Comando Generale. Una serie di risultati importantissimi che non si sarebbero potuti concretizzare senza lo straordinario sforzo operativo ed organizzativo offerto dalle donne e dagli uomini della Guardia Costiera”.
Dopo il buon esito dell’operazione Costa Concordia, l’Ammiraglio Giovanni Pettorino, capo del pool di esperti della Capitaneria che ha seguito nel suo ultimo viaggio la Costa Concordia, si schierò infatti apertamente in difesa di in un momento in cui l’Italia veniva aspramente criticata sia all’interno dei suoi confini, come anche a Bruxelles.
Durante la sua gestione vennero effettuati ben 113.000 salvataggi in mare. Memorabile la sua risposta a chi in quei giorni in Italia ed all’estero criticava aspramente l’operazione umanitaria. «Senza Mare Nostrum moriranno tutti. La legge del mare è l’unica a salvare i migranti» ebbe a ripetere più volte l’ammiraglio Pettorino in quei momenti di fortissima polemica sulla utilità o meno della operazione.


Tra le Congratulazioni a Pettorino giunte a tutti i livelli anche quelli del sindaco di Forio Del Deo: “L’ammiraglio Pettorino è stato sempre all’altezza dei compiti, anche i più difficili e controversi, che gli sono stati di volta in volta assegnati. Una nomina che ci rende fieri. Al vertice del Comando Generale delle Capitanerie di Porto questo ischitano che ha fatto del rispetto, l’impegno e le emozioni un modello di vita, ha preso le consegne dell’Ammiraglio Vincenzo Melone, che lascia il servizio attivo dopo ben 46 anni, un nuovo traguardo che deve inorgoglire ancor di più per l’importante ruolo assunto e le rotte sconfinate  irte di ostacoli che ancora attendono Giovanni Pettorino.”

foto Rosario Starace-Il Dispari

Nota dell'editore: Un particolare augurio con i migliori complimenti all'Ammiraglio Pettorino, mio parente e battezzato  dal suo papà. LM 

Partager cet article

Repost0

commentaires

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche