Overblog
Editer l'article Suivre ce blog Administration + Créer mon blog
22 février 2018 4 22 /02 /février /2018 22:13
ROBERTA GARBACCIO

ROBERTA GARBACCIO

Titolo: Con FIDAPA  BOW Italy  al Margutta di  Roma per la presentazione de "Il silenzio del gatto", Guida Editori, il nuovo romanzo di Roberta Garbaccio.

di Luigi MATTERA

La FIDAPA BPW ITALY

(Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari)sezione Campidoglio, ha presentato a Roma l'11 marzo "Il silenzio del gatto", di Roberta Garbaccio, Guida Editori , distribuzione Messaggerie. Il romanzo uscito il 17 gennaio scorso e già in ristampa, ha ottenuto un unanime consenso anche mediatico di pubblico e critica. A metà tra il giallo e romanzo storico la vicenda si snoda tra nell'arco di 30 anni. La protagonista  (per una riparazione ad un tubo finita male) si ritrova ragazza a rivivere un giorno della sua giovinezza. Un giorno particolare perché la nonna (Ernesta) ha ordinato la lavatrice e tutto il piccolo paese di Montefriscone di Sotto accorre ad assistere allo spettacolo di una macchina che lava i panni. Il lavaggio non andrà benissimo così come il tentativo della protagonista di cambiare la sua  storia che l'ha portata ad una situazione di totale disastro. Ma le risate sono assicurate e tra  ammiccamenti  filosofici ben celati tra le pieghe di improbabili personaggi e una dettagliata ricostruzione storica, si arriva al finale -  a sorpresa  - tutto d'un fiato. La FIDAPA BPW Italy, circa 11.000 Socie, 300 sezioni, 7 distretti distribuiti sul territorio nazionale;  appartiene  alla Federazione Internazionale IFBPW (International Federation of Business and Professional Women). Presidente nazionale l'attivissima Caterina Mazzella. Mission: valorizzare le competenze e la preparazione delle socie indirizzandole verso attività sociali e culturali che favoriscono il miglioramento della vita, anche lavorativa, delle donne.  Una realtà di primo piano  per il nostro paese come testimoniato tra l'altro dall'invito all'associazione  da parte della presidente Laura Boldrini alla manifestazione alla Camera nel giorno internazionale della donna e che nel biennio 2017 2019, decide di lavorare ad un tema ambizioso: creatività femminile, cultura dell'innovazione, motori di diverso sviluppo socio-economico: obiettivi e progetti.Ne   Il silenzio del gatto  la lavatrice della Ernesta, è l'emblema della liberazione della donna dalle fatiche dei lavori di casa," dice  fa eco Laura Giannuzzi, presidente di Fidapa Roma - Campidoglio. "Non è solo un elettrodomestico, ma una rivoluzione culturale: il tempo risparmiato serve  per la famiglia e per intraprendere quel cammino lungo, faticoso e non ancora concluso che è la realizzazione personale. Abbiamo deciso di presentare il romanzo, dunque perché ci sembrava in linea con la filosofia dell'associazione  e perché ci è parso  bellissimo: un tuffo  in un tempo passato, tra mistero, e divertimento. Il paese che partecipa al primo lavaggio della lavatrice ricorda quando una famiglia comprava la televisione e il vicinato andava a vedere Lascia o raddoppia". Sul romanzo il  primo ad esprimersi è stato  Fabrizio Caramagna ritenuto il più importante studioso  e autore di aforismi. Citato da Luciana Littizzetto, Ballando con le Stelle lo ha posizionato tra le star delle citazioni: dopo Jacques Prévert, Madre Teresa e Conrad. Prima di Ralph Waldo Emerson e Charles Bukowski. Il libro nasce proprio attorno ad un aforisma dello stesso Caramagna che recita" Quella notte, mentre gli uomini dormivano, tutti i libri si aprirono per un istante alla stessa pagina – una pagina che nessun lettore aveva mai letto – e mostrava  la vera storia di Dio e dell’Universo. Ma la vide solo un gatto e se ne andò senza dir nulla.." e si chiude con il riferimento al gatto che non può dire se sarà trovato e nel caso cosa ci rivelerà. L'autrice, Roberta Garbaccio,  giornalista,  è al suo secondo romanzo dopo il fortunato " La corte delle aquile". In mezzo saggi di innovazione didattica, di storia, di  turismo. Generi tra loro diversi, concetti a volte ostici  ma sempre raccontati in punta di penna, con una verve umoristica che trova piena espressione nelle situazioni paradossali de Il silenzio del gatto.

D. Cosa c'è di autobiografico nel libro?

R. Niente. Anzi no: Giorgio è ispirato a Vasco, il mio cane, quello vero. Lui come Giorgio non sopravvivrebbe a una notte fuori di  casa.

D. Come nasce il libro?

R. l'idea da un aforisma di Fabrizio Caramagna ( cit.) . Mi è sembrato un pensiero molto bello e profondo che si prestava bene a raccontare una storia dove il passato riprendeva vita e dove ci si interroga sul fatto se sia possibile cambiare la storia. Insomma sui misteri di Dio e dell'Universo. 

D. Conosceva Fabrizio Caramagna?

D. Per la verità pensavo che fosse un personaggio immaginario, perché avevo scorso un articolo che diceva" è il più grande aforista ma nessuno sa chi è". quando è uscito il libro  ho fatto una ricerca in internet, ho trovato un riferimento e gli ho mandato una copia. E lui ha risposto. Non finirò mai di ringraziarlo. Lui insieme ad altri: Ciro Raia (noto saggista, storico,autore di numerosi manuali scolastici)  il primo ad aver letto il libro e a dire che poteva funzionare, il mio editore Diego Guida e  la mia famiglia.

D. Il romanzo sembra un viaggio virtuale nella magia degli anni sessanta, quella dei  juke box, dell'Idrolitina del cavalier Gazzoni, della Brillantina Linetti, della lavatrice...

R. infatti, magnifici... il boom economico, gli elettrodomestici. I padri che avevano fatto la guerra e sognavano di costruire una casa con il bagno per i figli. I figli che si ribellavano...Gli anni sessanta sono tutte queste cose insieme.

D. Fabrizio (il marito della protagonista) è anche un leader della protesta studentesca, uno che ha conosciuto Ernesto Che Guevara...

R. E che piace tanto alle ragazze con buona pace di Eleonora. Sì comunque Fabrizio rappresenta gli anni sessanta dalla parte dei giovani studenti. Nel sessantotto esploderanno le rivolte che alla fine cambieranno la società. Fabrizio  da giovane è contro il modello capitalista americano rappresentato dal frigorifero.

D. C'è anche uno divertente scontro di mentalità tra il nord e il sud. Tra l'efficientismo emiliano e la fantasia napoletana.

R. Raccontato anche in dialetto napoletano ed emiliano. Un tempo lo scontro era molto più evidente rispetto ad oggi, al punto da assumere i caratteri di comicità che spero di aver trasmesso nel romanzo. Ma alla fine la soluzione al problema di Eleonora arriva anche grazie  alla sinergia tra queste opposte mentalità: un colpo di genio internazionale, insomma.

D. Le recensioni al suo romanzo sono molto positive e soprattutto trasversali alle generazioni: adulti, giovani, maschi e femmine. Si aspettava tanti consensi?

R. No. Non mi aspettavo soprattutto i giudizi dei ragazzi (maschi). Pensavo non fosse facile entrare nel loro immaginario. E invece l'improbabile combriccola di Eleonora  sembra essere riuscita nell'intento, almeno per ora.

D La storia ruota attorno ad una domanda: può il passato riprendere vita? Secondo lei?

R. Bisognerebbe sentire il gatto. Per quanto ne so io non riusciamo neanche a sapere se siamo in un  sogno o nella realtà.

D. Allora ci dica del gatto: cosa scopre?

R. Prima bisogna trovarlo, il gatto (ride).            

Partager cet article

Repost0

commentaires

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche