Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
24 juin 2016 5 24 /06 /juin /2016 16:46
LUIGI MATTERA : INTERVISTA A EZIO GREGGIO

LUIGI MATTERA / INTERVISTA A EZIO GREGGIO

Luigi Mattera-Forse pochi sanno che dietro l’immagine « scherzosa ed a volte irriverente »
che Lei esprime dagli schermi televisivi di Mediaset, batte un cuore generoso
che da un ventennio si occupa di bimbi nati prematuri. Ci dia qualche dettaglio
dell’associazione e del perché di una scelta cosi’ s
pecifica.


Ezio Greggio-Da oltre vent’anni do' una mano ai reparti di Pediatria e di Neonatologia .
Venni a contatto per una vicenda del tutto marginale con uno di questi reparti e
l’allora presidente della Società Italiana di Neopnatologia Prof Giorgio Rondini
mi lanciò una richiesta di aiuto: nessuno aiutava i reparti che si occupavano di
nati prematuri. Pensi che una marea di grandi città italiane non avevano le
incubatrici da trasporto e addirittura in taluni casi i bimbi venivano spostati
da un ospedale ad un altro avvolti nella carta stagnola. Da allora il problema
anche sotto al mio impulso è stato risolto. In oltre vent’anni abbiamo fatto
donazioni ad oltre 70 ospedali, contribuendo al salvare quasi 12.000 bimbi. Per
questo motivo lo scorso anno sia la SIP, Società di Italiana di Pediatria che la
SIN quella di Neonatologia mi hanno insignito del loro riconoscimento più
importante. Sono padrino di un bel po’ di ex prematuri alcuni dei quali oggi
hanno già vent’anni…


LM-In qualità di presidente già da qualche mese del COMITES nel Principato di
Monaco, quale obiettivo ritiene sia tra i più rilevanti da ponderare per la
comunità italiana. In qualità anche di residente estero in veste presidenziale,
ancorché personaggio pubblico di elevata notorietà, intravede la possibilità di
presentarsi per una candidatura a prossime elezion
i italiane ?

EG-. Come Presidente del Comites una delle iniziative che ho voluto seguire
personalmente tra le tante del nostro Comitato, è quella di essere vicino alle
famiglie italiane che risiedono a Monaco ma versano in condizioni di difficoltà.
Pensi che purtroppo il numero di queste famiglie in questo ultimo anno è
aumentato. Attraverso una serie di iniziative in collaborazione con l’Ambasciata
Italiana cerchiamo di essere loro vicini ed alleviare un po’ le loro difficoltà.
Inoltre sotto l’aspetto culturale una delle prossime iniziative riguarda una
serie di proiezioni di film per diffonderà l’italianità, alcune delle quali
saranno effettuate nelle scuole. Altre che stiamo mettendo in cantiere saranno
vecchie pellicole straordinariamente restaurate che sono state girate tra
Liguria e Costa Azzurra e verranno curate da un noto critico e giornalista
cinematografico. A Natale anche quest’anno ci sarà la tradizionale festa degli
auguri che l’anno scorso ha avuto un grandissimo successo, sotto la spinta del
nuovo Comites. La politica? Ahahaha ! No grazie non mi interessa .


LM-Il Monte-Carlo Film Festival de la Comédie è un Sua « creatura » che ha
saputo ottenere un grande successo nel Principato di Monaco già da circa tre
lustri dopo una breve parentesi. Quali sono gli attributi necessari affinché, a Suo avviso e se lo ritiene, il « Festival » accresca la propria valenza cinematografica  mondiale?

EG-. Il Festival ha già una rilevanza mondiale. Soprattutto nelle ultime edizioni
il panorama sia dei film in concorso che di quelli in anteprima è
internazionale, con pellicole che arrivano da tutti i continenti. Molti film
grazie al Monte Carlo Film Festival hanno trovato distribuzioni in tanti Paesi.
Il successo cresce ogni anno. Quest’anno del mio Festival han parlato un po’ in
tutti i Paesi ed anche dagli Usa c’è stato un grande interesse. Basta vedere la
lista degli ospiti di questi ultimi 3 anni per capire che il Monte Carlo Film
Festival ha superato i confini e trovato spazio tra i più grandi festival del
Cinema. Lo show televisivo del gala di chiusura con la consegna dei “Comedy
Awards” non solo è passato in Italia ma i vari paesi Europei, negli Usa ed
addirittura in Australia.


LM-Torniamo alla Sua carriera artistica. Cosa ricorda di TELEBIELLA, il suo
debutto diciottenne ed appena universitario e di quello cabarettistico con "La

Sberla"?

EG-Un ricordo bellissimo: è stata la prima tv italiana privata. Ero a fianco di
Peppo Sacchi l’uomo che è andato contro il monopolio. Un’epoca pionieristica
indimenticabile. Andavo all’università e muovevo i primi passi in tv proprio a
Tele Biella. Se oggi esistono le tv private italiane è merito di Sacchi della
sua emittente e della battaglia che abbiamo fatto in nome dell’Art. 21 della
Costituzione.


LM-Lei ha scritto, diretto e recitato in diversi film con attori stranieri ed
italiani. A quale di questi film si sente più affezionato e con quale attore ha
potuto recitare con totale affinità ? Ed in quelli interpretati con registi di
rinomanza internazionale quale lo ha colpito per la professionalità o qual
ità
personali ?

EG. Sono tanti, dovrei scrivere un libro per rispondere alla sua domanda. In
Italia sono legato in particolare a “Infelici e contenti” ed a Renato Pozzetto.
Un film scritto in modo magistrale da Rodolfo Sonego con il quale ho fatto tante
riunioni di scrittura. Fu il primo che intuì le mie doti drammatiche. Che poi
Pupi Avati, al quale sono molto affezionato, sfruttò nel “ Papà di Giovanna”,
film col qual ho vinto tutto: Nastro d’Argento, Globo d’Oro, Premio Flaiano,
Festival del Cinema di Taormina e tanti altri. All’estero Mel Brooks, un amico
oltre che un mio grande ispiratore. Con lui ho lavorato in 3 film. “Screw Loose”
distribuito dalla Columbia Tristar in tutto il mondo in cui ero coprotagonista
con lui oltre che regista, venne girato per qualche settimana anche qui a Monte
Carlo.


LM-L’apice del successo televisivo, avendolo ottenuto con « Striscia la
notizia » di Ricci, Lei ha avuto come appoggio, in gergo « spalla », molti co-
conduttori da Raffaele Pisu a Iachetti etc. : con chi ha provato un’intesa che
possa ritenere essere definita, ad oggi, la più esaltante e professionistica,
senza sminuire quell
a degli altri, e perché.

EG-. Sicuramente Enzo Iacchetti, oltre che compagni di lavoro siamo anche amici.
Quando siamo insieme lo show continua anche nella vita privata. Spero prima o
poi di portare un suo spettacolo teatrale qui a Monaco. In teatro è bravissimo.
E poi Michelle, con lei c’è grande sintonia. In onda con loro c’è sempre un
gioco sottile che ricorda un po’ Raimondo & Sandra. La gente mi vuole bene, da
28 anni sto a Striscia e in questa trasmissione ho fatto grandi record
d’ascolto, come nella scorsa edizione. Striscia è la più bella trasmissione del
mondo.


LM-Tra impegni vari umanitari, di cui è nota la Sua generosità, ultimo dei quali
un interessamento monegasco per un’associazione diretta da una italiana, Bruna
Maule Cassio con « Les Anges Gardiens de Monaco », e quelli professionali
riesce ad ottenere del tempo libero per dedicare alla famiglia (abbiamo notato
due figli che l’hanno accompagnata durante la Festa Nazionale Italiana al
Fairmont) e per ril
assarsi e, se si, come lo investe ?

EG-. Sia come Presidente del Comites sia come personaggio pubblico, è un piacere
ed un impegno utile aiutare le associaIoni di solidarietà che operano qui a
Monte Carlo come quella della sig.a Bruna. Coi miei figli o qui a Monaco o a
Londra ci vediamo spesso e troviamo il tempo per fare assieme sport, andare a
teatro o al cinema. O chiacchierare. Mi permetta di lanciare un piccolo grande
appello tramite il suo giornale: parlate coi vostri figli, dedicategli del
tempo, raccontategli la vostra vita e fatevi raccontare la loro, i loro sogni,
le loro visioni del futuro. È in assoluto il tempo speso meglio.

IN ALTO, EZIO GREGGIO CON L'ATTORE REMO GIRONE ED I FLIGLI - IN BASSO, CON BRUNA E "LES ANGES GARDIENS DE MONACO" -
IN ALTO, EZIO GREGGIO CON L'ATTORE REMO GIRONE ED I FLIGLI - IN BASSO, CON BRUNA E "LES ANGES GARDIENS DE MONACO" -

IN ALTO, EZIO GREGGIO CON L'ATTORE REMO GIRONE ED I FLIGLI - IN BASSO, CON BRUNA E "LES ANGES GARDIENS DE MONACO" -

Partager cet article

Repost 0
Published by ROYAL MONACO - dans GIORNALISMO
commenter cet article

commentaires

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche