Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
9 novembre 2015 1 09 /11 /novembre /2015 08:45
SAR LA PRINCIPESSA MARIA GABRIELLA DI SAVOIA IN VISITA A ART MONACO 14

SAR LA PRINCIPESSA MARIA GABRIELLA DI SAVOIA IN VISITA A ART MONACO 14

INTERVISTA A S.A.R. LA PRINCIPESSA MARIA GABRIELLA DI SAVOIA

Luigi MATTERA/Royal Monaco

LM-Altezza, ho avuto nel recente passato l'onore di conoscerLa grazie al primo incontro-conferenza nel Principato di Monaco del Club dei Leaders dove Lei era l'ospite d'onore. Ci siamo ancora incontrati durante l'evento Art Monaco 14 al Grimaldi Forum al quale ha partecipato entrando in molti stands mostrando un particolare interesse verso le opere e gli artisti espositori di arte contemporanea. Qual'è a Suo avviso la peculiarità più interessante che riscontra nell'arte contemporanea ?

MGS- In tutta sincerità devo affermare di non essere molto colpita dall’arte contemporanea, se cosi’ la si puo’ definire giacché è un movimento, dopotutto non giovane ma centenario che mentre agli inizi aveva un aspetto corrosivo, oggigiorno al massimo diverte se non infastidire con tante opere che appaiono prive di qualsiasi valore intrinseco.

LM-Non trova, allora, che molti artisti tendano a spettacolarizzarsi inventandosi scenografie come quelle di certuni visti nelle « biennali », tipo restare seduti in una sala ed accendere e spegnere il proprio accendino, o altri che credendo di aver raggiunto un gradino di notorietà mondiale si rifiutano alle interviste e di fronte a richieste di spiegazioni si nascondono dietro sorrisini imbarazzati, o che non concedono di fotografare e filmare le proprie performances dove non accade niente di rilevante tranne il momento in cui ricevono lauti ordini da privati collezionisti?

MGS- E’ divenuto questo tipo d’arte, a volte, una esternazione del « nonsenso » in cui gli artisti dell’ultima generazione battono più la strada pubblicitaria che quella della purezza artistica! L’arte contemporanea ha , a mio avviso, perso l’aspetto corrosivo di un tempo mentre oggi, al massimo, diverte. Warhol, Duchamp, Koons, erano almeno attenti a dimostrare la validità del proprio pensiero. Non a caso il filosofo e sociologo fracese Jean Baudrillard affermo’ già negli anni novanta che la morte dell’arte era « conclamata e non più rinviabile ». In ogni caso la mia attenzione « contemporanea » va più verso l’arte plastica, le statue – che mi divertono e che danno un senso più immaginativo dell’artista - che la pittura.

DA SIN.JEAN-SEBASTIEN ROBINE, LILLYCLAIRE SARAN, S.A.R. PRINCIPE MICHEL DE FRANCE E S.A.R. PRINCIPESSA MARIA GABRIELLA DI SAVOIA

DA SIN.JEAN-SEBASTIEN ROBINE, LILLYCLAIRE SARAN, S.A.R. PRINCIPE MICHEL DE FRANCE E S.A.R. PRINCIPESSA MARIA GABRIELLA DI SAVOIA

LM-Ha già acquistato opere recentemente ? Se si quali, dove e quale particolare La ha guidata nella scelta?

MGS-Le devo confessare che mi diverte moltissimo andare alle « brocantes » dove trovo sempre qualcosa di interessante in cio’ che definisco una « caccia al tesoro ». Ultimamente a Ginevra, dove risiedo principalmente, pensi un po’, ho trovato un sigillo che doveva essere stato trafugato in un castello di Nostra proprietà ed un libro, un Vangelo dedicato al Cottolengo dalla Duchessa di Genova, anche li’ trafugato dopo gli eventi bellici.

LM-Se dovesse osservare in un caleidoscopio le immagini delle opere d'arte che l'essere umano ha creato dagli albori della civiltà ad oggi quali metterebbe tra le prime TRE?

MGS-Una domanda che richiederebbe tempo per riflettere e rispondere ! Ma di primo acchitto direi : Certamente la Cappella Sistina ! Poi il David di Michelangelo ed infine la Torre Eiffel, tanto per essere nel quasi contemporaneo !

LM-Dopo la morte di Suo padre, il re Umberto II, nel 1984 Lei creo' una Fondazione che comprende una collezione di opere d'arte composta da sculture, da quadri, oltre che libri, stampe ed oggetti storici della Sua Famiglia Reale: vi sono tra queste anche opere di stile contemporaneo?

MGS- Non molte. Qualche quadro. E’ una collezione ricca di stampe, iconografie di Casa Savoia, quadri antichi, manufatti artistici,libri, ricordi familiari quali la camicina da neonato di mio nonno re Alberto I del Belgio, gli abiti,le pellicce, i cappellini degli eventi della regina Maria José ma anche la sua divisa da infermiera della Croce Rossa. E poi Ho acquistato da mia sorella Maria Beatrice la sua parte della collezione dei libri e stampe di mio padre. Mio padre dono’ nel 1983 a Papa Giovanni Paolo II la « Sacra Sindone » dicui ho raccolto tutte le incisioni sulle sue varie « ostensioni ».

LM-Deve essere stato, quindi, un duro lavoro accumulare il tutto e catalogarlo ?

MGS- E lo é ancora ! E’ stato importante mantenere in un unico luogo le parti di questa collezione che è contemporaneamente archivio,documentazione e centro di studi. Alcuni ricercatori vengono da tutta Europa espressamente per consultare le documentazioni della Fondazione. La catalogazione di tutto il materiale è molto lunga oltre che laboriosa e vi sto lavorando grazie all’aiuto di alcuni collaboratori.

LM-Altezza, Lei ha scritto un libro "Vita di Corte a Casa Savoia". Suo padre è stato sempre definito il "Re Cavaliere" per la sua galanteria, gentilezza ed affabilità. Qual'è la Sua opinione sulle Famiglie reali che oggigiorno non hanno più potere ?

MGS- Sto studiando la storia del Principe Eugenio di Savoia, definito il « terrore dei turchi » e che avrebbe voulto lavorare per Luigi XIV ma non fu accettato e passo’ presso l’imperatore d’Austria dove divenne prima generale e poi capo dell’esercito scacciando i turchi dall’assedio di Belgrado. Oggi la monarchia non è più potere o ricchezza ma è una « rappresentanza storica »che occorre praticare con stile e con classe, anche quando non si regna più !Non apprezzo chi fa parlare di sé per atteggiamenti non consoni al proprio « status ».

LM-In tutta sincerità, Altezza, Lei è nostalgica del passato? Non crede che con opportune correzioni oggigiorno ancora potrebbero sussistere, se non addirittura essere ripristinati, i governi aristocratici?

MGS- Sebbene piccolo, il governo del Principato di Monaco con Alberto II ne è la dimostrazione d’efficienza lapalissiana! Alberto compie un lavoro eccellente per il Suo Paese ed i propri sudditi. E poi deve avere il dono dell’ubiquità : lo si trova d’appertutto a portare l’eccellenza dell’immagine di Monaco attorno al Mondo. Per quanto riguarda i governi, siano essi diretti o meno da aristocratici, per me sussiste il concetto di capacità degli uomini chiamati a dirigerli.

Grazie Altezza.

S.A.R LA PRINCIPESSA MARIA GABRIELLA DI SAVOIA E S.M. IL RE FUAD II D'EGITTO

S.A.R LA PRINCIPESSA MARIA GABRIELLA DI SAVOIA E S.M. IL RE FUAD II D'EGITTO

DA SIN IN PRIMO PIANO LA SIG.RA ROBINE, IL DIR. D'ART MONACO? JOHNESSCO RODRIGUEZ E SAR LA PRINCIPESSA MARIA GABRIELLA

DA SIN IN PRIMO PIANO LA SIG.RA ROBINE, IL DIR. D'ART MONACO? JOHNESSCO RODRIGUEZ E SAR LA PRINCIPESSA MARIA GABRIELLA

Partager cet article

Repost 0
Published by ROYAL MONACO - dans ARTE & CULTURA
commenter cet article

commentaires

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche