Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
20 avril 2015 1 20 /04 /avril /2015 04:44
A Novak Djokovic il Masters Tennis di Monte-Carlo
Thomas Berdick
Thomas Berdick

~~Alla fine ha vinto ancora lui, quel Novak Djokovic capace di bissare a Montecarlo il successo già colto nell’aprile 2013. Ci è riuscito superando per la diciannovesima volta (su 21 incontri) l’ostico Berdych in una partita non bella da un punto di vista qualitativo, cogliendo il trionfo al terzo set (7-5/4-6/6-3) dopo una sospensione di un’ora causata dal tempo avverso. Forse, si potrebbe dire, il numero uno mondiale ha effettivamente vinto il torneo superando Rafa Nadal – il più grande specialista di sempre sulla terra rossa – in semifinale. Djokovic non ha infatti giocato una finale di alto livello, ma alla fine è stato sufficiente sfruttare al meglio i tanti, troppi errori che il numero otto Tomas Berdych ha commesso in una partita più equilibrata del previsto. Di sicuro si è comunque trattato di un’occasione sprecata dal tennista ceco, che ancora una volta ha confermato i suoi limiti a livello di personalità. L’edizione 2015 del Masters 1000 di Montecarlo è stata ad ogni modo ricca di emozioni e spunti interessanti.

A Novak Djokovic il Masters Tennis di Monte-Carlo
A Novak Djokovic il Masters Tennis di Monte-Carlo

~~. Detto della finale anticipata Djokovic-Nadal, vale la pena ricordare l’ottimo torneo di Gael Monfils, l’esuberante francese capace di eliminare – dopo un avvio non entusiasmante – Roger Federer prima e Grigor Dimitrov poi, quest’ultimo al termine di una partita vinta in soli 58 minuti e giocata in maniera strepitosa, raggiungendo così per la prima volta a Montecarlo il traguardo della semifinale. Oltre a Federer, la Svizzera tennistica ha dovuto incassare un’altra delusione, quella dovuta alla precoce eliminazione di Stan Wawrinka. Il campione in carica ha infatti ceduto in due set proprio al bulgaro Dimitrov, fermandosi così agli ottavi di finale. E gli italiani? Male nel singolare, bene nel doppio. Nel Principato i tennisti azzurri sono nel complesso usciti troppo presto dal tabellone, lasciando sicuramente qualche rimpianto; è sufficiente pensare all’eliminazione di Andreas Seppi, superato dall’esperto Tommy Robredo dopo essersi trovato in vantaggio per 4-2 nel terzo set, per comprendere come l’edizione 2015 nel singolare non abbia riservato grandi gioie agli azzurri. Discorso a parte merita la rodata coppia Fognini-Bolelli. I due, dopo aver centrato il successo agli Australian Open e aver raggiunto la finale a Indian Wells, sono arrivati fino all’atto conclusivo del tabellone del doppio; la terra monegasca ha però sorriso per la seconda volta consecutiva (la quinta in assoluto) ai fratelli Bryan, i due gemelli californiani attualmente leader mondiali e dunque vincitori del titolo numero 106 in carriera. Un peccato per la coppia azzurra, che in finale si è sciolta dopo aver perso il primo set al tie break; sarebbe stato un successo storico, il primo in casa italiana dopo quello ottenuto nel 1980 dal duo Bertolucci-Panatta. E’ andata così in archivio, nel pomeriggio di domenica 19 aprile, l’edizione numero 109 del Torneo di Montecarlo. Un’edizione che ha confermato il ruolo di rilievo occupato dalla competizione monegasca nel panorama tennistico mondiale, al quale si è affacciata per la prima volta nel lontano 1897. Il britannico Reggie Doherty incise per primo il proprio nome nella storia del torneo; una storia che è destinata a durare, a partire dalla prossima stagione.

Federico Cimatti

SAS Il Principe Alberto - SAR la Principessa Camilla di Borbone Due Sicilie - Le principessine di Borbone Due Sicilie
SAS Il Principe Alberto - SAR la Principessa Camilla di Borbone Due Sicilie - Le principessine di Borbone Due Sicilie
SAS Il Principe Alberto - SAR la Principessa Camilla di Borbone Due Sicilie - Le principessine di Borbone Due Sicilie

SAS Il Principe Alberto - SAR la Principessa Camilla di Borbone Due Sicilie - Le principessine di Borbone Due Sicilie

A Novak Djokovic il Masters Tennis di Monte-Carlo

LO SHOW DELLA SERA PRIMA DELLA FINALE

Alla vigilia della finale, l'organizzazione del Monte Carlo Masters ha invitato i tennisti alla 23a GRAND NUIT DU TENNIS, una serata di gala allo Sporting-Salle des Etoiles- dove si è esibito uno spettacolare Ballet Rock USA in anteprima nazionale in Francia e Monaco, danzando in 17 scene rappresentanti il "Romeo and Juliet" con i Bad Boys of Dance sotto la coreografia di Adrienne Canterna. Prima del balletto si erano esibiti lo "jongler" svedese, Johan Wellton, che ad occhi bendati riusciva a controllare il rimbalzo di 4 palline da tennis e, successivamente, il duo acrobatico Mr. adn Mrs Jones. Tra gli ospiti, oltre alle innumerevoli autorità monegasche e sportivi del Principato, sono stati notati i Principi reali Carlo e Camilla Borbone Due Sicilie , Duchi di Castro. I Duchi , il giorno della finale, sono stati gli invitata di rango nella loggia principesca accanto a SAS il Principe Alberto II ed alla baronessa Elizabeth-Ann de Massy La Showtime Orchestra ha accompagnato le danze degli invitati alla serata. L.M.

In primo piano, donna Edoarda Crociani Vessel con alle spalle le Altezze Reali, Carlo e Camilla di Borbone Due Sicilieo

In primo piano, donna Edoarda Crociani Vessel con alle spalle le Altezze Reali, Carlo e Camilla di Borbone Due Sicilieo

A Novak Djokovic il Masters Tennis di Monte-Carlo
A Novak Djokovic il Masters Tennis di Monte-Carlo
A Novak Djokovic il Masters Tennis di Monte-Carlo
A Novak Djokovic il Masters Tennis di Monte-Carlo
A Novak Djokovic il Masters Tennis di Monte-Carlo

Partager cet article

Repost 0
Published by ROYAL MONACO - dans SPORT
commenter cet article

commentaires

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche