Overblog
Editer l'article Suivre ce blog Administration + Créer mon blog
2 février 2015 1 02 /02 /février /2015 12:20
VECCHIO SARA LEI! GIOVANNI OLIVARES UN GIOVANE 104enne A MONACO

VECCHIO SARA LEI!

GIOVANNI OLIVARES UN GIOVANE 104ENNE A MONACO

di Luigi Mattera

Il mensile di una nota cooperativa commerciale italiana è uscito in dicembre 2014 con il titolo “Vecchio a chi?” dando una serie di consigli utili per invecchiare bene. Il cappello dell’articolo, firmato da Silvia Fabbri, inizia affermando che gli over 65 del 21°secolo sono attivi nella società, sportivi e in forma, ancorché presenti nelle professioni. Per invecchiare cosi’ bisogna seguire alcune regole precise che riguardano l’attività fisica, il cibo ed anche la mente, evitando alcuni rischi tra i quali il più pericoloso è la solitudine!

VECCHIO SARA LEI! GIOVANNI OLIVARES UN GIOVANE 104enne A MONACO

Ho riportato alla memoria l’intervista che circa quattro anni addietro avevo pubblicato sul web Royal Monaco Riviera e su un mensile con cui collaboravo. La persona intervistata era un concittadino italiano centenne residente nel Principato di Monaco con un passato di cinquanta anni nella professione di notaio in Milano e con un nipote dirigente della FERRERO. Ricordo di avergli chiesto se l’elisir di lunga vita fosse dovuto anche a scorpacciate dei gustosi cioccolattini! Mi rispose:- Magari(sorridendo)! Potrei continuare, allora fino a 150 anni! I cioccolattini sono eccellenti come ogni prodotto di qualità ma contengono una speciale sostanza che arriva al cervello e ne eccita il desiderio di mangiarne in successione...all’infinito (altra risata) e cio’ è in contrasto con le mie convinzioni sul raggiungimento della longevità che mi sta chiedendo di rivelarLe.

Queste ultime parole sul raggiungimento della longevità le ho collegate al mio stile di vita di allora che, maalauguratamente, ritengo ancor oggi non avere raggiunto la maturità necessari per potermi adeguare alla saggezza del Commendatore Dr. Giovanni Olivares.

Occorre che ritorni a fargli visita – mi son detto – e poi chissà se mi sorprenderà ancora con le sue formule sull’elisir di lunga giovinezza, a 104 anni!!

Ho spedito una letterina all’indirizzo dell’abitazione dove gli trasmetto ogni copia dell’edizione del Royal Monaco a cui si era abbonato. Mi ha chiamato il giorno successivo rispondendo affermativamente alla mia richiesta di un nuovo incontro e sono stato accolto da lui e dalla consorte Jusy, 94 anni, arzilla come una ragazzina, che ci ha anche assistiti in qualità di fotografa.

VECCHIO SARA LEI! GIOVANNI OLIVARES UN GIOVANE 104enne A MONACO
VECCHIO SARA LEI! GIOVANNI OLIVARES UN GIOVANE 104enne A MONACO

Gli ho chiesto cosa fosse cambiato dall’ultimo incontro e mi ha portato alla finestra mostrandomi la Torre Odeon, che mi dice: “Ho visto nascere e crescere, a vista d’occhio e senza il disturbo dei rumori della costruzione perché ci sento poco, sa? Inoltre, osservando ho imparato molto del sistema di costruzione nell’edilizia, che è molto diverso rispetto al passato: Il mattone non è più usato! Oggi il ferro ed il cemento sono gli elementi essenziali

E come va con la salute?Ha forza nelle gambe e nelle braccia? – “ Venga! Accomodiamoci al tavolo e proviamo un braccio di ferro

La simpatia e lo sguardo sveglio di un fanciullo mi hanno commosso e l’ho fatto vincere una volta messi in posa fotografica!

Mi ha parlato della necessità di mantenere il cervello sempre in attività e del suo studio sulla natura umana. “Per sopravvivere dobbiamo alimentarci. Siamo come il serbatoio di un automobile. L’alimentazione è la benzina. Se mettiamo troppa benzina nel serbatoio, questa esce fuori. Se non ne mettiamo affatto, allora la macchina non parte e si arruginisce oppur si rompe il motore se lo si spinge sempre al massimo. Vogliamo tenere in uso il veicolo il più a lungo possibile? Controlli vari, acqua, olio, cinghie etc.ma soprattuto manenere un regime medio senza portarla fuori giri.”

Insomma, vivere senza spingere al massimo?

Bravo! Vivere con moderazione ed il mio motto è: “Est Modus in rebus”, ovvero un carpe diem moderato. Se si è anche fortunati, allora si puo’ anche approfittare di tutto cio’ che la vita ci offre in ogni ambito, purché lo si mantenga con moderazione...un bicchiere, piccolo, di buon vino...un ciocolattino, come Lei dice, una bistecchina e...cosi’ via.

La moglie aggiunge: “Una coppa di champagne non ce la facciamo mancare! La convinzione e l’abnegazione di mantenere ferreo questo proposito di moderazione è la chiave per una grande longevità”

Mi pare di ricordare che il commendatore dà anche un contributo divulgativo di questi principi con le proprie produzioni letterarie?

“Certo”- Afferma Olivares presentandomi l’ultimo lavoro, Il sesto pozzo, su cui mi scrive la dedica. “Libero da impegni lavorativi occupo il tempo nello scrivere episodi della mia vita professionale e frequento i frati dell’Ordine dei Carmelitani, qui in Monaco rappresentati da Padre Jesus Lopez de Lacalle, nella cui chiesa sono esposti quarantadue miei dipinti! “

Questo non me l’aveva riferito nel precedente incontro!

Vi racconto episodi del mio vissuto, incontri con personalità e scambi di opinioni su larga scala filosofica . Parlo anche della mia collezione di quadri. Posseggo pure un disegno di Leonardo da Vinci del quale sono molto fiero. Per me è importante scrivere e ritengo la lettura un eccellente mezzo per allenare la memoria ed allontanare l’Alzheimer.

VECCHIO SARA LEI! GIOVANNI OLIVARES UN GIOVANE 104enne A MONACO

Mi esponga una sintesi di sé, della Sua famiglia, qualche episodio storico che l’ha segnata.

“Sono nato a Milano il 28 agosto del 1911 e risiedo a Monte Carlo da un quarto di secolo. Mi sono laureato in Giurisprudenza all'Università Cattolica del Sacro Cuore ed ho esercitato la professione di Notaio nella stessa Milano per ben50 anni, durante i quali ho intervallato cariche istituzionali, da Sindaco di Corbetta (Mi) per tre legislature a Consigliere d'Amministrazione del Civico Ospedale di Magenta (Mi). Inoltre, sono stato nominato Commendatore dell'Ordine della Repubblica Italiana e Commendatore dell'Ordine del Santo Sepolcro.

Durante la Seconda Guerra Mondiale sono stato Ufficiale di Cavalleria nel Reggimento "Savoia". Ho tre figli, ben undici nipoti e tre pronipoti. Mia moglie, Jusy, inglese, segue i miei principi di vita morigerata.Con lei ho trascorso più di settant'anni di matrimonio avendola sposata ventenne ed ancora minorenne, perché ero innamorato e timoroso che le venissero sequestrati i beni in quanto era di origine ebraica! Appena giunto nel Principato, da "pensionato" oltre alla stesura di libri mi dedico con piacere ed entusiasmo ai viaggi crocieristici perché per scoprire tutto il mondo ocorrerebbe vivere trecento anni!”

Arrivederci al prossimo lustro!

VECCHIO SARA LEI! GIOVANNI OLIVARES UN GIOVANE 104enne A MONACO
VECCHIO SARA LEI! GIOVANNI OLIVARES UN GIOVANE 104enne A MONACO

Partager cet article

Repost0

commentaires

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche