Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
16 août 2014 6 16 /08 /août /2014 07:04
FIGC: inizia una nuova era, tra polemiche e speranze

FIGC: inizia una nuova era, tra polemiche e speranze

di Federico Cimatti

Dopo settimane di polemiche, nel mezzo dell'estate italiana, è stato eletto come nuovo presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio - con il 63,18% dei voti favorevoli – Carlo Tavecchio. Un epilogo che sembrava certo, con lo sconfitto sfidante Demetrio Albertini che ha parlato di “vittoria del corporativismo”. Difficile, onestamente, comprendere del tutto la scelta di eleggere Tavecchio. Il calcio italiano è in crisi: inutile girarci intorno, dai problemi causati dai vetusti stadi della Serie A alla recente delusione mondiale, passando per le difficoltà che i club incontrano in campo internazionale, è sempre più evidente come lo sport nel quale si identifica maggiormente lo Stivale abbia bisogno di un cambio di marcia. Sorge quindi spontanea la domanda: è stato eletto l'uomo giusto? Per quanto riguarda la nazionale, il neopresidente potrebbe aver fatto la scelta giusta, con la nomina a commissario tecnico di quell'Antonio Conte dominatore negli ultimi tre anni con la sua Juventus. In merito ad altri aspetti, però, sorgono diverse perplessità. Anzitutto, considerata la necessità di restituire all'Italia un calcio sano e pulito, a due anni dallo scandalo del calcioscommesse è difficile non storcere il naso innanzi all'elezione di un uomo che nella sua vita è stato condannato cinque volte per reati di vario genere( l'ultima nel 1998). Vista con gli occhi di un qualunque straniero( e non solo) appassionato di calcio, questa scelta non può che sembrare un classico controsenso all'italiana. Soprattutto, però, vi è la forte sensazione che l'Italia abbia ancora una volta perso l'occasione di provare a cambiare realmente qualcosa. Albertini, pur avendo una limitata esperienza, avrebbe potuto rappresentare il punto di partenza di un processo di cambiamento, portando forse con sé una ventata di entusiasmo e di aria nuova. Il modello, inutile dirlo, dev'essere la Germania: a partire dagli anni '90, i tedeschi hanno avuto il coraggio di cambiare nettamente il proprio sistema calcistico affidandolo a persone nuove, portatrici di idee innovative. Il risultato è sotto gli occhi di tutti. In Italia, invece, ci si ostina a portare avanti dei finti cambiamenti che non hanno fatto altro che condurre la Serie A – e tutto il sistema calcistico tricolore – in seconda fila rispetto ai maggiori campionati europei. Oggi più che mai, il calcio italiano ha bisogno di un deciso cambio di rotta: serve una guida forte, in grado di riportare entusiasmo nel mondo del pallone e di convincere le società a fare fronte comune davanti alle varie difficoltà. Non sarà facile, e considerate le premesse è naturale che l'elezione di Carlo Tavecchio sia circondata da un certo scetticismo. Il dado è ormai tratto: sarà il tempo a parlare, nella speranza che ci possa comunque raccontare di un'Italia di nuovo ai vertici del calcio mondiale.

Antonio Conte

Antonio Conte

Partager cet article

Repost 0
Published by ROYAL MONACO - dans SPORT
commenter cet article

commentaires

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche